Sabato, 25 Settembre 2021

Acg-TeamSystem. Como: «L'azienda è in attivo ma licenzia i lavoratori»

LOGOFIOM-180X120

Eliana Como, coordinatrice Fiom-Cgil del gruppo TeamSystem, ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.

Nessun passo avanti sulla trattativa con Acg-TeamSystem, ramo d'azienda ceduto da Ibm appena un anno fa. Sono 34 i posti di lavoro di lavoro a rischio.

TeamSystem ha confermato che non intende investire sullo sviluppo evolutivo del software gestionale V4 (il prodotto più innovativo acquisito con il ramo d'azienda), perché – dichiara testualmente – i clienti non sono soddisfatti e il prodotto ha un alto tasso di difettosità. Tutte circostanze che abbiamo già contestato al tavolo e su cui è arriva smentita persino da Ibm.

Nei giorni precedenti, l'amministratore delegato di TeamSystem aveva smentito a Ibm di aver mai sostenuto che Acg fosse in calo, alludendo forse al fatto che saremmo stati noi ad aver capito male.

Al tavolo, tuttavia, l'azienda ha ripresentato gli stessi dati di dieci giorni fa, chiarendo di nuovo che avrebbe comprato Acg da Ibm più o meno "a scatola chiusa" – sempre per usare le parole dell'azienda.

Secondo noi, la verità è tutt'altra. TeamSystem non è mai stata interessata allo sviluppo produttivo di V4 e ha acquisito Acg non per svilupparlo ma per avere in dote la rete di vendita e monopolizzare il mercato con il suo prodotto concorrente.

Peraltro, TeamSystem non ha presentato alcun dato di bilancio al tavolo della trattativa, limitandosi a dichiarare niente di meno che una chiusura in positivo dei dati economici.

Altra anomalia, di cui chiediamo spiegazioni a TeamSystem, è che durante il nostro incontro in Confindustria è uscita un'agenzia di stampa nella quale l'azienda comunica la centralizzazione dello sviluppo funzionale di V4 all'interno della casa madre. Niente di tutto questo è mai emerso al tavolo, né tantomeno è oggetto della procedura di licenziamento. Anche questa volta TeamSystem proverà a dire che abbiamo capito male noi?

Noi ribadiamo che a questo gioco non ci stiamo e, forti anche della piena riuscita dello sciopero delle settimana scorsa, chiediamo il ritiro dei licenziamenti.

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 17 febbraio 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search