Martedì, 03 Agosto 2021

Engineering: lo sciopero ha avuto successo, riavviare il negoziato


Il 26 settembre 2018, si è riunito a Roma il Coordinamento Nazionale delle RSU del Gruppo Engineering per una valutazione sull’esito delle due ore di sciopero indette a livello nazionale per martedì 25 settembre.
Già nelle assemblee in preparazione dell’iniziativa era stata registrata una numerosa partecipazione delle Lavoratrici e dei Lavoratori, in una misura più che doppia rispetto alle precedenti. Ancor più grande è stato, poi, il coinvolgimento durante la mobilitazione del 25 settembre a sostegno del contratto integrativo, con una entusiastica partecipazione ai presidi organizzati ed una forte adesione in tutte le sedi allo sciopero.
Tale risultato che, confrontato anche con iniziative precedenti, segna un netto miglioramento in termini di adesioni, è un segnale chiaro che le Lavoratrici ed i Lavoratori del Gruppo inviano alla Direzione Aziendale, affinché ascolti le loro ragioni:
    • Incremento del Premio di Risultato - fermo dal 2009 in un Gruppo che è in continua crescita (e non a caso è stato rilevato da fondi  di investimento) -, l’istituto contrattualmente  previsto per redistribuire i risultati aziendali, laddove il CCNL incrementa i minimi contrattuali solo dell’inflazione;
    • Adeguamento dell’importo del buono pasto, fermo da sempre a 5,16 €;
    • Incremento del welfare contrattuale;
    • Miglioramento e uniformità dei trattamenti di reperibilità e trasferte.
Le richieste contente nella piattaforma per il rinnovo del Contratto Integrativo Engineering hanno un impatto complessivo molto inferiore ad 1 euro per ora di lavoro, sono sicuramente sostenibili per un Gruppo con i risultati economici di Engineering e non possono essere ignorate. Così come lo stato di agitazione non è passato inosservato alla stampa e dai media, nazionali e locali, che hanno dato enorme risonanza alla mobilitazione del 25, con oltre 50 articoli ed interviste pubblicate in questi giorni. Una forte attenzione, data giustamente ad una trattativa aziendale che riguarda il più grande gruppo informatico italiano – con oltre 10.000 dipendenti, che fa utili a doppia cifra (+49%) – e che, come tale, sarà inevitabilmente riferimento anche per i contratti integrativi del settore a seguire.
Il 25 settembre (allo scadere delle 2 ore di sciopero), la Direzione Aziendale Engineering ha rinviato a data da destinarsi l’incontro del 27 settembre, già precedentemente fissato col Coordinamento Nazionale RSU Engineering e le Organizzazioni sindacali.
Il Coordinamento e le OO.SS. ritengono grave il rinvio deciso dall’Azienda ed hanno quindi proclamato 4 ore di sciopero (del pacchetto di 14 ore già stabilito), per venerdì 19 ottobre a fine turno di lavoro, per andare incontro alle esigenze dei lavoratori che svolgono l'attività al di fuori delle sedi. È altresì confermato lo sciopero degli straordinari già proclamato il 12 settembre 2018.

Fim, Fiom, Uilm nazionali e territoriali
Il Coordinamento nazionale RSU Gruppo Engineering


Roma, 28 settembre 2018

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy