Sabato, 13 Agosto 2022

Tbs-It: quale futuro per i lavoratori?

LOGOFIOM 180X120                         logo uilm

 

Lo scorso 19 gennaio si è tenuto l’incontro programmato con la Direzione Tbs-It e le OO.SS., il tema trattato è stato il contratto di Solidarietà e il futuro di Tbs-It, anche a seguito della cessione di Insiel Mercato al gruppo GPI.

Il contratto di solidarietà siglato lo scorso giugno, nonostante il tributo economico dei lavoratori coinvolti, non ha permesso di chiudere in positivo l’andamento economico 2016.

La CdS è in linea con quanto concordato sino a dicembre 2016, per il 2017 ci sarà un aumento percentuale anche a seguito di commesse non più a portafoglio.

L’Azienda ci ha anticipato che prevede un Ebita non positivo, la causa di ciò è stata attribuita alla perdita del contratto Schengen (Italia), a gare vinte ma poi mai aggiudicate definitivamente (vedi Comune di Roma e Polizia di Stato di Napoli), a un ritardo nell’implementazione del progetto “Niguarda” dovuto a problematiche legate al riuso e un perseguire della spending review in sanità.

È stato ribadito che la Information Technology e la Information and Communications Technology è ritenuta strategica, principalmente tutto quello che riguarda il comparto Sanità, per la PAL e PAC si sta cercando anche una partnership specifica.

Per quanto concerne la cessione del 55% di Insiel Mercato a GPI, dettata dal non concentrarsi più sui prodotti SW, è una precisa volontà del gruppo per dedicarsi ai servizi.

In questa ottica, ci viene sottolineato, l’accordo con GPI lascia ampio spazio per Tbs-It ad essere interlocutore privilegiato per quanto riguarda i servizi I.T e I.C.T.

Come OO.SS. abbiamo espresso forte preoccupazioni, visto l’andamento economico dell’azienda non positivo, e il mancato rilancio prospettato in precedenza con un diverso piano industriale mai più realizzato.

Il responsabile delle Relazioni industriali e l’Amministratore delegato, hanno preso precisi impegni nel presentarci il Piano industriale nell’incontro programmato per il 28 febbraio.

Come OO.SS. abbiamo ribadito all’Azienda, vista l’importanza del Gruppo e indubbiamente anche la relativa capacità economica, di salvaguardare tutte le posizioni lavorative.

 

OO.SS. e Coordinamento Rsu Uilm-Fiom

 

Roma, 23 gennaio 2017

Attachments:
FileFile size
Download this file (17_01_23-TBSit_FU.pdf)Tbs-It: quale futuro per i lavoratori?124 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy