Lunedì, 27 Settembre 2021

Capgemini Italia: firmato accordo per premio di risultato 2018



Nell’ambito della trattativa per il rinnovo del contratto integrativo aziendale, lo scorso 27 giugno è stato firmato un accordo per il Premio di Risultato 2018.

Il confronto sul PdR 2018 era stato avviato nel mese di maggio con l’obiettivo di ottenerne l’erogazione già con il cedolino del mese di Giugno ma purtroppo le tempistiche dell’azienda non lo hanno permesso e il confronto si è protratto per tutto il mese di Giugno.

L’Azienda ha proposto nuovi indicatori ed è stato necessario un confronto dettagliato e approfondito per comprenderne la natura, l’andamento su dati storici e l’applicabilità e misurabilità, confronto lungo anche per la iniziale difficoltà dell’azienda a estrarre i dati richiesti.

Per il 2018, è stata definita una struttura del premio che vede un anticipo con erogazione di un acconto e un saldo che sarà corrisposto alla chiusura del bilancio 2018 (prevedibilmente nel mese di Aprile 2019). Ulteriori difficoltà ci sono state da parte dell’Azienda a verificare la possibilità di applicare la tassazione agevolata alla somma erogata in acconto (in base alle norme chiarite dall’ultima circolare dell’agenzia delle entrate in merito), difficoltà che hanno fatto correre il rischio di avere l’acconto erogato nel mese di Ottobre.

FIM, FIOM, UILM e FISMIC hanno espresso forte contrarietà ad un pagamento così posticipato nel tempo, ritenendo difficile da accettare già il pagamento a Luglio, fortemente in ritardo rispetto a quanto atteso dai dipendenti Capgemini.  

FIM, FIOM, UILM e FISMIC, unitamente al Coordinamento delle RSU, hanno però ottenuto di poter avere l’acconto (in misura non inferiore al 46% del valore complessivo del Premio) erogato nel mese di Luglio. Tale importo sarà erogato con tassazione piena, tassazione che potrà essere recuperata entro l’anno fiscale qualora ne ricorrano i requisiti stabiliti dalle vigenti normative in materia.

L’accordo prevede la seguente struttura, con tre indicatori:

    1. Indicatore di Redditività: Operating margin / External Revenues con peso 40%
    2. Indicatore di Produttività: FOS / Head Count medio annuo con peso del 45%
    3. Indicatore di Efficienza Organizzativa: n.giorni lavoro agile / n. Giornate lavorate  con peso 15%
         
Per il 2018, per il personale in forza in Capgemini nel 2017, i valori nominali totali del Premio di Risultato (acconto + saldo) sono i seguenti:

Livello            Premio Nominale
3 / 3s / 4            819,00
5/5s                 1033,00
6                     1355,00
7                     1622,00
8                     1771,00

Per i lavoratori assunti in Capgemini nel 2018, i valori nominali del Premio di Risultato (saldo) sono i seguenti:

Livello           Premio Nominale
3 / 3s / 4             435,00
5/5s                    549,00
6                        720,00
7                        862,00
8                        941,00


Il confronto è proseguito sui temi dell’integrativo; l’Azienda ha dichiarato di voler procedere ad un rinnovo ad “invarianza di costi” e ha illustrato alla delegazione sindacale i temi su cui ha dipsoniblità al confronto.

FIM, FIOM, UILM e FISMIC, unitamente al Coordinamento delle RSU, valutano necessario proseguire il negoziato di rinnovo anche alla luce della disdetta del precedente contratto integrativo operata dall’Azienda.

Pur contestando questa azione aziendale, la delegazione sindacale ha ritenuto necessario procedere con un serrato confronto al fine di perseguire un buon contratto integrativo.

Il percorso è complesso e per questo sarà importante, per il buon esito di questa difficile trattativa, che la delegazione sindacale abbia un forte supporto da parte di tutti i colleghi di Capgemini, anche in eventuali future iniziative di sostegno alla trattativa.


Fim, Fiom, Uilm, Fismic nazionali

Roma 5 luglio 2018

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search