Lunedì, 08 Agosto 2022

Leonardo. Positivi gli indicatori della Divisione elicotteri, preoccupazione per le prospettive del sito di Tessera

Nella giornata del 5 luglio 2022 si è tenuto l’incontro della Divisione Elicotteri di Leo-nardo alla presenza delle Direzioni Corporate e di Divisione con il Coordinamento nazionale Fim-Fiom-Uilm.

Nell'esposizione l'Azienda ha evidenziato come nell'anno 2021 ancora in presenza della pandemia legata al Covid-19, si è registrato un sostanziale miglioramento degli indicatori economici della Divisione elicotteri, confermando un livello di ordinativi significativo in linea con quanto acquisito nel 2020 e una crescita delle macchine consegnate rispetto all’anno precedente (si passa da 111 a 128), non fornendo tuttavia il budget delle macchine da consegnare nell’anno in corso. In leggera crescita i ricavi (4,157 miliardi di €) e l’EBITA (406 milioni di €) con un aumento del ROS che sale al 9,8%. Sostanzialmente tutti gli indicatori indicano una ripresa nella Divisione, pur in presenza ancora della pandemia a cui si aggiungono le ripercussione del conflitto Russo-Ucraino, i cui effetti ad oggi non sono ancora valutabili a lungo termine, ma che stanno determinando nell’immediato l’aumento dei costi dell’energia e delle materie prime, i cui effetti sono visibili sulle buste paga delle lavoratrici e dei lavoratori già oggi.

I risultati del primo quarto del 2022 sono positivi e in crescita rispetto al 2021, come Fiom-Cgil pertanto abbiamo chiesto che si apra un confronto a livello di sito e che vengano forniti i dati di budget al fine di verificare e condividere gli obbiettivi e gli indicatori per il PDR 2022. I carichi di lavoro sono in crescita per il 2022 con un aumento stimato sulle ore del 4% , non i maniera egemone su tutti i siti. Continua inoltre l’impegno sulle attività di C&S, sia per quanto riguarda gli investimenti e sia per le acquisizioni in corso, in quanto questo settore rispetto al venduto è in grado di generare una rendita economica pari o superiore al prezzo di vendita delle macchine. Continua l’espansione a livello internazionale del Marchio Agusta Westland nei mercati domestici come gli Stati Uniti e la Polonia, ma con un forte impatto anche in altre nazione europee e nella penisola Arabica.

Tuttavia come Fiom-Cgil abbiamo nuovamente evidenziato la preoccupazione per le prospettive industriali e produttive del sito di Tessera, in quanto le notizie apprese dagli organi di stampa rispetto alla rinuncia della Norvegia nel ritirare le ultime macchine già ordinate, si somma alla fine di ordini per l’NH90 già prevista, senza che ad oggi vi siano programmi alternativi per il sito. L’assicurazione da parte dell’azienda che per i prossimi 24 mesi non ci saranno problemi sulla saturazione dell’impianto, non risolve per la nostra organizzazione il problema alla radice. Se è positivo sapere che i tempi non sono stretti, occorre da subito aprire un confronto a livello territoriale con il sindacato per capire quale missione di eccellenza avrà il sito di Tessera, analogamente a quanto previsto per i restanti siti della Divisione Elicotteri. Con altrettanta franchezza abbiamo anche detto all’azienda che nel caso non si verificasse l’apertura di un confronto preventivo, la Fiom-Cgil valuterà tutte le iniziative necessarie per rivendicare prospettive industriali e occupazionali certe per lo stabilimento.

La Divisione continua a dimostrarsi particolarmente attiva sul fronte degli investimenti, con 1,3 miliardi programmati per i prossimi 4 anni.

In prospettiva futura, consolidata l’acquisizione di Kopter che con il prodotto AW09 andrà ad arricchire la gamma della Divisione, l’azienda ha evidenziato come i programmi legati ai nuovi modelli con pilotaggio da remoto (AW Hero), e la probabile commercializzazione dell’AW609 a valle delle certificazioni, completeranno un’offerta in grado nei prossimi anni di reggere le richieste internazionali presenti nel mercato degli elicotteri.

I dati degli organici sono in leggera crescita (5884) rispetto all’anno precedente, con una sensibile diminuzione dei lavoratori in somministrazione (47) grazie ad un percorso di stabilizzazioni importante, che produce un delta positivo di 190 lavoratori all’interno della Divisione, con un numero di uscite pari a 181 e un numero di assunzioni pari a 371.

Crediamo inoltre come Fiom-Cgil, a valle del consolidamento di parte del PDR della Divisione, che sia necessario accelerare rispetto al confronto sulle indennità e maggio-razioni, al fine di dare seguito agli impegni presi nell’integrativo di Gruppo, raggiungendo un intesa prima della sua naturale scadenza.

Infine abbiamo chiesto all’azienda, vista la situazione straordinaria legata alla pandemia ancora in corso, ma soprattutto al conflitto in atto tra Russia e Ucraina che sta determinando nuovi assetti geopolitici, i quali incideranno anche sugli assetti industriali, che sia necessario avere un ulteriore confronto con la Divisione per comprendere e confrontarsi rispetto alle ricadute che gli stessi avranno sulle attività dei siti della divisione Elicotteri presenti nel nostro Paese.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 6 luglio 2022

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search