Sabato, 19 Settembre 2020

Leonardo integrativo. Raggiunta l'intesa su PDR - Superminimo collettivo – Target Bonus

 Nella giornata di mercoledì 18 dicembre è stata posta la firma tecnica dalle Segreterie nazionali di FIM-FIOM-UILM e la Direzione aziendale Leonardo, sui capitoli del PDR - Superminimo collettivo – Target Bonus alla presenza delle RSU delle delegazioni nazionali trattanti.

L'intesa prevede un aumento degli importi dei PDR a regime di 850€ con quote variabili e fisse così distribuite:

  • PDR anno 2020 aumento di 250€ variabili aggiuntivi agli attuali importi dei PDR e una quota fissa uguale per tutti i lavoratori di 220€ sotto forma di EDR mensile.

  • PDR anno 2021 aumento di 450€ variabili aggiuntivi agli attuali importi dei PDR e una quota fissa uguale per tutti i lavoratori di 400€ sotto forma di EDR mensile.

I valori degli aumenti del PDR per la parte variabile verranno riparametrizzati secondo le scale parametrali o fasce attualmente applicate nelle varie Divisioni/Aziende.

Inoltre per l'anno 2019 verrà riconosciuta una quota sotto forma di una tantum per tutti i lavoratori di 360€ a compensazione del mancato aumento dei PDR in corso d'anno con la prima retribuzione successiva alla firma dell'integrativo Leonardo, e comunque non oltre la mensilità di febbraio 2020.

Il valore della voce del cedolino paga EDR, riconosciuta a tutti i Lavoratori, verrà erogata per 12 mensilità e non avrà incidenza su nessuno degli istituti diretti e indiretti.

Il valore del PDR potrà, su base volontaria, essere convertito in welfare fino ad un massimo di 3000€ con una quota aggiuntiva del 10%. Per chi non farà alcuna scelta il PDR verrà erogato sotto forma salariale.

L'attuale Superminimo collettivo vedrà un aumento a regime di 31,5€ al 5° livello. A partire dal 1° gennaio 2020 verrà erogata una prima tranche, con il riconoscimento degli arretrati nella prima mensilità successiva alla firma dell'integrativo Leonardo, come da tabella seguente:

Livello/Categoria

Superminimo Collettivo Attuale Leonardo

Superminimo Collettivo

1° Gennaio 2020

Superminimo Collettivo

1° Gennaio 2021

8° Quadri

118,11

€ 138,78

€ 159,45

118,11

€138,78

€ 159,45

113,19

€ 133,00

€ 152,81

5° super

100,88

€ 118,53

€ 136,19

90,00

€ 105,75

€ 121,50

78,74

€ 92,52

€ 106,30

3° super

71,36

€ 83,85

€ 96,34

67,23

€ 79,00

€ 90,76

60,40

€ 70,78

€ 81,32

49,21

€ 57,82

€ 66,43

L'aumento del Superminimo collettivo avrà incidenza su tutti gli istituti diretti e indiretti e sarà erogato per 13 mensilità

Pertanto un Lavoratore al 5° livello percepirà un aumento annuo complessivo per il biennio 2020 – 2021 con i suddetti importi:

  • Anno 2020: aumento variabile di 250€ (PDR) – aumento fisso di 784,75€ (Una tantum – EDR – Superminimo collettivo annuo)

  • Anno 2021: aumento variabile di 450€ (PDR) – aumento fisso di 809.5€ (EDR – Superminimo collettivo annuo)

Per un totale complessivo per la vigenza dell'integrativo (2020-2021) di:

  • aumento variabile di 700€ (PDR) – aumento fisso di 1594,25€ (Una tantum – EDR – Superminimo collettivo annuo)

Inoltre è stato definito un accordo per le alte professionalità (Target Bonus) per tutti i Lavoratori inquadrati nelle categorie dei 7° livelli e Quadri. L'accordo prevederà il riconoscimento ai 7° livelli, oltre al PDR o alle quote già definite in alcune divisioni (Velivoli e Aerostrutture), un importo aggiuntivo al raggiungimento di 1 obiettivo individuale/aree/team di 100€ per l'anno 2020 e 150€ per l'anno 2021.

Per i Quadri vengono definite due fasce, con obbiettivi in parte legati al PDR e in parte individuali.

La prima fascia avrà una percentuale del 60% di obbiettivi del PDR e un 40% di obbiettivi individuali, con un riconoscimento economico relativo alla RAL annua del 8% - 10% - 12% a seconda dell'assegnazione.

La seconda fascia avrà una percentuale del 40% di obbiettivi del PDR e un 60% di obbiettivi individuali, con un riconoscimento economico relativo alla RAL annua del 15% - 18% a seconda dell'assegnazione.

Resta inteso che nessun Quadro potrà avere, rispetto all'assegnazione delle fasce e della percentuale di RAL un importo inferiore a quanto già attualmente percepito.

Come FIOM-CGIL riteniamo positiva una intesa che da risposte economiche collettive per tutte le Lavoratrici e i Lavoratori di Leonardo, ritenendo inoltre estremamente importante la ridistribuzione sotto forma di quote salariali fisse per l'intera platea interessata, mantenendo contemporaneamente un livello di contrattazione tra le Parti degli indicatori del PDR di sito.

Serve ora giungere celermente, entro il mese di Febbraio, alla sottoscrizione di intese sui capitoli restanti della piattaforma presentata da FIM-FIOM-UILM, per dare le risposte normative ed economiche innovative che le Lavoratrici e i Lavoratori di Leonardo si attendono, in continuità e nel percorso fino ad ora definito tra le Parti.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 18 dicembre 2019

 

 

Attachments:
FileFile size
Download this file (4429 - LEONARDO comFiom 18.12.2019.pdf)Leonardo integrativo. Raggiunta l'intesa137 kB
Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy