Sabato, 29 Febbraio 2020

Finmeccanica. Landini: "Sul Piano industriale chiederemo l'audizione alle commissioni Industria parlamentari. Non accetteremo chiusure né licenziamenti"

LOGOFIOM-180X120

 

Maurizio Landini, segretario generale della Fiom-Cgil, ha rilasciato la seguente dichiarazione dopo aver concluso i lavori dell'Assemblea nazionale dei delegati Fiom del gruppo Finmeccanica.

“Dalla discussione di oggi con le delegate e i delegati Fiom di Finmeccanica è emersa la richiesta che, riguardo il piano industriale del Gruppo, il Parlamento ascolti, dopo aver sentito l'amministratore delegato, anche il punto di vista delle organizzazioni sindacali. Per questo richiederemo un'audizione alle Commissioni industria della Camera e del Senato.”

“È necessario, inoltre, che così come concordato nell'incontro tenuto venerdì scorso dalle segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm e l'amministratore delegato Mauro Moretti, si tengano entro il mese di febbraio i confronti con tutti i tavoli aziendali - a partire da AnsaldoBreda - con la presenza di Finmeccanica, per un approfondimento sugli obiettivi produttivi, i carichi di lavoro e i processi di efficientamento delle singole aziende. Al termine di questi confronti proporremo a Fim e Uilm di tenere assemblee in tutti i luoghi di lavoro del Gruppo per informare le lavoratrici e i lavoratori. Alla fine di questo percorso riconvocheremo l'Assemblea dei delegati.”

“In ogni caso, per quello che ci riguarda, ribadisco che la Fiom non accetterà la chiusura di nessuno dei siti produttive, né la perdita di posti di lavoro.”

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

 

Roma, 4 febbraio 2015  

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search