Domenica, 05 Luglio 2020

Fincantieri: la mobilitazione dei lavoratori ferma la produzione ma l'azienda in modo unilaterale vuole far pagare i lavoratori

Nella giornata di oggi FIM-FIOM nazionali sono state informate da Fincantieri che l'azienda intende procedere UNILATERALMENTE con una fermata collettiva con le ferie in tutti i cantieri e in tutte le sedi dal 16 al 29 marzo sostituendo le ferie collettive di agosto.

La decisione aziendale è grave ed irresponsabile, perchè affronta la crisi scaricandola totalmente sui lavoratori e le OO.SS. esprimono pertanto ferma CONTRARIETÀ a tale decisione aziendale.

Le OO.SS. hanno proposto l'utilizzo degli ammortizzatori per la prossima settimana, come disposto dal DPCM dell'11 marzo, utilizzando quindi la prossima settimana per confrontarsi con l'azienda e per trovare tutte le soluzioni necessarie per il proseguo della crisi in atto. Anche alla luce dei provvedimenti che il Governo dovrà necessariamente attivare in queste ore.

FIM-FIOM hanno ribadito che le iniziative di messa in sicurezza, sanificazione, riorganizzazione delle attività vanno fatte attraverso l'uso degli ammortizzatori come è previsto dal DPCM dell'11 marzo (art. 1 punto 7) e con il coinvolgimento delle OO.SS. attraverso apposite intese (art. 1 punto 9) come stanno facendo in queste ore numerose aziende nel nostro Paese.

Le OO.SS. sosterranno tutti i lavoratori per far valere gli inalienabili diritti individuali, come quello al recupero psicofisico, nelle sedi opportune e con tutte le iniziative sindacali e di lotta del caso.

Fim, Fiom nazionali

Roma, 13 marzo 2020

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search