Mercoledì, 30 Novembre 2022

Fincantieri. Nuovo piano sanitario integrativo

logo ffu ok

Informiamo i Lavoratori e le Lavoratrici di Fincantieri Spa che è in vigore il nuovo piano sanitario integrativo, in attuazione di quanto previsto dal contratto integrativo aziendale del 24 giugno 2016.

Molte sono le novità.

Il piano: con il rinnovo dell’accordo le coperture del piano sanitario vengono estese al nucleo familiare a carico senza costi aggiuntivi per il lavoratore/rice. A partire da gennaio 2017 i benefici si estendono al coniuge fiscalmente a carico, ai figli fiscalmente a carico (senza limiti di età) anche se non conviventi ed anche ai figli fiscalmente non a carico (senza limiti di età) purché conviventi. Si è voluto così rispondere ai problemi della odierna crisi che vede coinvolti molti ragazzi che hanno salari molto bassi nonostante lavorino. Si dà la possibilità di estendere tale piano anche al coniuge o convivente “more uxorio” che non è carico del lavoratore tramite una quota aggiuntiva di € 180,00 .

Nella busta paga di febbraio verrà inserito un modulo di adesione al piano sanitario integrativo Fincantieri, che servirà ad indicare i familiari che si intendono coprire (come sopra indicati) . Il lavoratore dovrà indicare nelle apposite caselle se volontariamente vorrà estendere la copertura al coniuge o il convivente NON a carico, con un contributo annuo di € 180,00 che verrà trattenuto dalla busta paga. Detto modulo dovrà essere pertanto compilato il prima possibile. I lavoratori che non risultino ad oggi iscritti ad alcun piano per poter usufruire delle prestazioni avranno la possibilità di farlo entro 31 marzo p.v.

Per semplificarne l’utilizzo, il piano sanitario verrà gestito da un unico gestore, composto da Unisalute e Cesare Pozzo. Nei prossimi giorni verranno distribuite le guide indicanti le nuove prestazioni, con i numeri delle centrali operative. Verranno indette apposite assemblee per illustrare le nuove prestazioni.

Il piano sanitario è integrativo, non sostitutivo del sistema pubblico. Consente ai lavoratori/trici di ottenere i rimborsi dei ticket, del pronto soccorso delle visite specialistiche e degli accertamenti diagnostici effettuati presso le strutture pubbliche. Prevede inoltre prestazioni sanitarie presso i centri convenzionati e altro.

Il piano sarà operativo entro marzo, a completamento della nuova anagrafica degli iscritti (in riferimento al nucleo familiari e alle eventuali scelte aggiuntive dei lavoratori), ad oggi si stanno ancora completando le fasi di implementazione della nuova convenzione con i gestori, motivo per cui ad oggi le nuove prestazioni non sono ancora visibili sul sito.

Il piano comunque opera dal 1 gennaio, tutte le prestazioni avute dopo quella data saranno rimborsate come da nuovo accordo (appena completato l'iter di cui sopra).

In breve, cosa cambia?

  • E’ stata aumentata la diaria giornaliera per tutti i casi di ricovero a seguito di malattia o infortunio da € 40,00 a € 70,00;

  • Sono state abbassate le franchigie a carico del lavoratore nell’area specialistica e nella diagnostica e inserite le visite specialistiche gratuite;

  • È stato inserito il pacchetto maternità che copre ecografie, esami del sangue, etc.

  • È stato previsto un plafond di Euro 7.000,00= di rimborso integrale di ticket sanitari per prestazioni effettuate nel Sistema Sanitario Pubblico, di alta specializzazione, accesso al Pronto Soccorso., interventi chirurgici ambulatoriali e trattamenti fisiatrici riabilitativi, ecc..;

  • È stato previsto il pacchetto prevenzione di notevole importanza per la rapida diagnosi, differenziato per uomini e donne e con pacchetti aggiuntivi per chi ha più di cinquanta anni;

  • E’ stato raddoppiato il rimborso per occhiali o lenti;

  • È stata inserita l’area odontoiatrica, che prevede cure di tipo conservativo ed anche ortodontiche (es.: apparecchi) per un totale di Euro 600,00, nonché interventi chirurgici odontoiatrici extra ricovero sino a Euro 2.000,00= e le cure dentarie da infortunio per altri Euro 3.000,00=. L’inserimento di detta area rappresenta una novità assoluta (prima non c’era)

  • Sono stati introdotti interventi fisiatrici riabilitativi a seguito di infortunio

  • E’ stata inserita ospedalizzazione domiciliare

Naturalmente restano comprese nel piano anche:

  • Rimborsi per grandi interventi chirurgici, compresi quelli per i neonati;

  • Due ablazioni del tartaro con visite di controllo a famiglia gratuite all’anno;

  • Sussidio per maternità e paternità di € 300 per ogni evento;

  • Sussidio per malattie invalidanti;

  • Sussidio per stati di non autosufficienza (solo per il dipendente);

  • Assistenza: invio di un medico in caso in cui in conseguenza di infortunio o di malattia l’iscritto necessiti di un medico dalle ore 20 alle 8 nei giorni feriali per le 24 nei giorni festivi e non riesce a reperirlo, la centrale operativa provvederà ad inviare uno dei medici convenzionati;

  • Informazioni sanitarie, parere medici immediati, ecc…..

Rimarrà comunque invariata dal gestore, la raccolta dei documenti per i rimborsi nei vari cantieri come nel passato, cosa molto apprezzata dai lavoratori.

Ad ogni buon conto, le novità che sono molte e non sintetizzabili in un comunicato, Vi verranno dettagliatamente riportate nella guida illustrativa e spiegate nelle assemblee che verranno convocate, rimaniamo a disposizione per ulteriori chiarimenti e precisazioni.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 23 febbraio 2017

Attachments:
FileFile size
Download this file (FINCANTIERI comunit piano sanitario 23 febbraio 2017.pdf)Fincantieri. Nuovo piano sanitario integrativo184 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search