Venerdì, 30 Settembre 2022

Fiom Padova - Valvitalia: Raggiunto un accordo approvato oggi dai lavoratori in assemblea

Oggi si è tenuta a Due Carrare l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della Valvitalia, composta dai 60 dipendenti ancora in forze, in cui è stata approvata l’ipotesi di accordo raggiunta la scorsa settimana, durante l’incontro fra azienda e sindacati che si è tenuto giovedì 31 marzo.

I contenuti dell’accordo toccano tutte le alternative legate al futuro dei dipendenti dello stabilimento padovano del gruppo. Per chi ha deciso di trasferirsi ci sarà un sostegno economico, un’indennità una tantum è prevista anche per coloro che, occupandosi di aree specifiche, potranno lavorare in smart working e dovrà essere presente a Rivanazzano per un massimo di 6 giorni al mese; questa opzione è prevista da maggio fine a fine anno, con possibilità di proroga. Per quei dipendenti che raggiungeranno la pensione entro la fine del 2024 è prevista una misura per accorpare la Naspi con il termine dell’attività lavorativa. Per chi invece decide di non trasferirsi è stato concordato un indennizzo economico che per i redditi medio bassi arriva a coprire circa una annualità di reddito. Sarà attivato su richiesta volontaria delle lavoratrici e lavoratori un servizio di outplacement tramite società del territorio per favorire la riqualificazione e ricollocamento.

“I risultati ottenuti sono stati raggiunti grazie alle mobilitazioni e allo sforzo di tutti quanti i lavoratori e le lavoratrici, con l’apporto dell’impegno costante del sindacato che, in questi mesi, è riuscito a intavolare e concludere questa contrattazione con l’azienda, arrivando ad un esito tutt’altro che scontato che tiene in considerazione le competenze e il valore di lavoratrici e lavoratori. Dobbiamo rendere atto a questi lavoratori di essere riusciti, restando uniti e combattivi, a mettere in discussione, anche se solo parzialmente, il piano economico di una multinazionale che nella sua idea originaria vedeva l'epilogo della vicenda già ai primi di marzo per tutti gli 81 dipendenti.” Hanno dichiarato Michele Iandiorio della Fiom e Luca Gazzabin della Fim al termine dell’assemblea.

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search