Venerdì, 22 Novembre 2019

Fiom Toscana. Appalti Nuovo Pignone Massa: la Fiom non ci sta!

Succede nella più grande azienda della Toscana. A un lavoratore dipendente di una ditta che opera in subappalto presso lo stabilimento del Nuovo Pignone di Massa, durante il giorno di malattia, è stato comunicato con un messaggio telefonico che non doveva presentarsi al lavoro e che sarebbe stato collocato in ferie forzate.

Nel frattempo al lavoratore è arrivata anche una raccomandata dove gli viene comunicato che alla fine del periodo di ferie dovrà collocarsi a lavorare presso l'azienda da cui dipende, la ditta Crosa di Scarlino (GR).

Per la Fiom Cgil questo è un licenziamento camuffato che riteniamo inaccettabile.

Sollecitiamo da tempo, congiuntamente alle altre organizzazioni sindacali, la necessità di un protocollo di intesa complessivo sugli appalti all'interno del Nuovo Pignone che garantisca stesse condizioni e diritti per tutti i lavoratori della filiera produttiva.

Il contratto integrativo del gruppo BHGE (Nuovo Pignone) prevede un sistema di informazione da parte della direzione aziendale che su base periodica deve informare le organizzazioni sindacali sulla situazione delle ditte in appalto.

Si sono tenuti nei mesi scorsi, ma anche negli anni passati, più incontri presso la Confindustria di Massa Carrara fra le organizzazioni sindacali di categoria e confederali, le ditte in appalto ed il Nuovo Pignone, al fine di definire un protocollo complessivo.

Ad oggi purtroppo dobbiamo constatare che questo non è avvenuto.

La Fiom Cgil non accetta che in uno stesso sito produttivo vi siano lavoratori che hanno condizioni salariali e diritti diversi tra di loro.

Non vogliamo pensare che la più grande azienda multinazionale presente in Toscana costruisca la propria competitività sulle spalle dei lavoratori che per vivere debbono lavorare.

In ragione di ciò, la Fiom Cgil chiederà un incontro sia alla direzione aziendale Nuovo Pignone, sia alla Regione Toscana, al fine di definire un'intesa che regoli e garantisca tutti i lavoratori dello stesso ciclo produttivo sui salari, diritti e sicurezza.

 

Massimo Braccini, Segretario Generale Fiom Toscana

Daniele Calosi, Coordinatore Nazionale Fiom gruppo BHGE (Nuovo Pignone)

 

Firenze, 27 marzo 2019

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search