Venerdì, 30 Settembre 2022

Torino Fiom, COSA SUCCEDE AL LEVANTE?

CASSA INTEGRAZIONE ORDINARIA IL 3 E IL 4 SETTEMBRE

La Fiom Cgil rende noto che ieri, giovedì 2 agosto, è stato comunicato alle RSA la richiesta di intervento della cassa integrazione ordinaria per le giornate del 3 e 4 settembre (esclusi solo gli addetti di RG Premium Center) per 2414 lavoratori (2106 operai e 308 impiegati/quadri).

Il 2 maggio 2018 l’azienda aveva comunicato alle RSA la chiusura collettiva per 2 settimane (dal 13 al 24 agosto), nonostante la nostra richiesta di tre settimane, e aveva previsto di lavorare dei sabati (arrivando a retribuire in anticipo perfino tre giornate altrimenti di sospensione in contratto di solidarietà, manovra rispetto alla quale avevamo espresso la nostra contrarietà…). Nel pomeriggio di giovedì 19 luglio ci è stata comunicata la decisione di aumentare la chiusura collettiva ad agosto da due a tre settimane, dal 13 al 31 agosto. Venerdì 27 la direzione aziendale ha comunicato altre due giornate di stop della produzione del Levante il 9 e il 10 agosto (utilizzando un par collettivo e una ulteriore giornata di ferie).

Cosa sta succedendo? Fino a metà del 2020 (quando terminerà il periodo del “quinquennio mobile” previsto dalla legge) la cassa integrazione utilizzabile è risicata e il fatto che si cominci da subito a ricorrervi aumenta la preoccupazione su quali sono i piani per lo stabilimento! Ad oggi non si sa se e quando arriveranno nuovi modelli a Mirafiori e a Grugliasco in grado di saturare gli impianti e di consentire il ritorno al lavoro a tempo pieno per tutti.

Federico Bellono, segretario provinciale della Fiom Cgil, e Ugo Bolognesi, responsabile per la Fiom Cgil torinese di Mirafiori, dichiarano: “Cosa ci aspetta da settembre? Ora più che mai serve che le istituzioni locali e il Governo si facciano parte attiva. La Fiom Cgil da molto tempo sta chiedendo che si avvii urgentemente un tavolo con l’azienda, le altre organizzazioni sindacali, gli enti locali e il Governo per affrontare una crisi che da troppo tempo i lavoratori stanno subendo. Per fine settembre, anche grazie alla nostra iniziativa, sono stati convocati in seduta congiunta il Consiglio regionale del Piemonte e quello comunale di Torino. Obiettivo: capire qual è il futuro degli stabilimenti torinesi di Fiat-Chrysler. Ci aspettiamo che, a partire da settembre, si passi dalle parole ai fatti.

 

"""""""""""""""

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search