Domenica, 04 Dicembre 2022

Fiom Torino, Processo Olivetti. Morti per amianto: un colpo di spugna inaccettabile


In relazione alla sentenza di assoluzione per tutti gli imputati, da parte della Corte d'appello di Torino, per i lavoratori morti per amianto in Olivetti, Federico Bellono, segretario generale della Fiom di Torino, che si era costituita parte civile al processo,  ha dichiarato:

"Siamo stupiti e amareggiati, un colpo di spugna così non ce lo aspettavamo. Le sentenze si rispettano ma si possono non condividere: leggeremo le motivazioni  ma il messaggio è comunque devastante, perché decine di lavoratori sono morti per l'esposizione all'amianto in Olivetti e non hanno avuto giustizia. Forse ai giudici è mancato il coraggio di confermare una sentenza di primo grado importante. Ovviamente questa tragica vicenda non può chiudersi in questo modo, altri procedimenti sono ai nastri di partenza e in ogni caso le famiglie delle vittime non meritano una tale scandalosa impunità."

 

 

                                                                  Ufficio Stampa Fiom Cgil Torino

 

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy