Sabato, 26 Novembre 2022

Vertenza Jabil: responsabilità di tutti scongiurare i licenziamenti

Il giorno 18/06/2020 si è svolto un nuovo incontro sulla realizzazione dei percorsi volontari di ricollocazione per i 190 dipendenti dichiarati in esubero strutturale dalla Jabil. Erano presenti all’incontro il Ministero dello Sviluppo Economico, il Ministero del Lavoro, la Regione Campania, Invitalia, Anpals, la Direzione Jabil di Marcianise, le aziende interessate ai processi di ricollocazione e i rappresentanti sindacali di Fim, Fiom, Uilm e Failms.

Così come concordato nell'accordo sottoscritto il 03/06/2020, raggiunto dopo una settimana di iniziative di lotta che ha determinato la scelta da parte della multinazionale americana di ritirare i licenziamenti, tale incontro si è reso necessario per monitorare le proposte di assunzione che saranno presentate dalle aziende interessate al percorso di ricollocazione e verificare la concreta attuazione dell'intesa con particolare riferimento alla riduzione dell'esubero.

I Ministeri coinvolti hanno nuovamente ribadito che tali soluzioni vanno ricercate e definite in tempi certi e rapidi.

Come Organizzazioni Sindacali abbiamo nuovamente ribadito che riteniamo opportuno utilizzare la proroga della CIGO per COVID-19 per offrire a tutti i 540 dipendenti in forza a Jabil una ulteriore opportunità di ricollocazione.

E' in questa logica che abbiamo chiesto ai Ministeri di fornire, nel prossimo incontro, uno screening e una valutazione di fattibilità dei progetti delle imprese che si sono presentate, attraverso il ruolo ed il lavoro di INVITALIA.

Ed è sempre in questa logica che riteniamo fondamentale raggiungere accordi specifici, con la Direzione Jabil, con i soggetti imprenditoriali e con le istituzioni che a fronte delle risorse economiche disponibili tutelino le Lavoratrici e i Lavoratori interessati alla ricollocazione.

Infine, abbiamo ancora una volta ribadito che, a conclusione di tale percorso, sarà necessario prevedere specifici momenti di confronto riguardanti il futuro industriale della stessa Jabil.

In tale contesto, continuiamo ad essere fortemente preoccupati per gli ulteriori cali di commesse e gli importanti livelli di insaturazione che costringono tutti i dipendenti di Marcianise a lavorare pochissimi giorni al mese. FIM-FIOM-UILM e FAILMS Caserta, così come è sempre avvenuto durante tutto il difficile periodo di lotta delle settimane scorse, convocano un assemblea per il giorno 30/06/2020 così da permettere ulteriori e necessari momenti di confronto che coinvolgano tutte le Lavoratrici e i Lavoratori.

Caserta 22 giugno 2020

FIM-FIOM-ULM-FAILMS Caserta

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search