Giovedì, 06 Ottobre 2022

Fim, Fiom, Uilm Calabria-Cosenza. Giovedi 10 luglio presidio dei lavoratori ex metalmeccanici in mobilità in deroga davanti alla prefettura

logo ffu-ok

 

 

Fim, Fiom, Uilm della Calabria e di Cosenza, insieme ai lavoratori ex metalmeccanici in mobilità in deroga, hanno indetto per giovedi 10 luglio alle ore 9,30 un presidio davanti la sede della prefettura di Cosenza per richiamare l’attenzione e l’impegno delle Istituzioni sul dramma che vivono i lavoratori, le lavoratrici e le loro famiglie e rivendicare l’immediata liquidazione delle loro spettanze maturate.

La mancata approvazione del decreto sta ritardando in maniera ingiustificata l’erogazione delle spettanze maturate dai lavoratori e dalle lavoratrici in cassa integrazione in deroga, nonostante il governo avesse solennemente dichiarato di provvedere per intanto alla liquidazione del 2013.

Visto il ritardo e considerata la lentezza delle procedure, l'impegno assunto di liquidare ai percettori entro il mese di luglio tutte le somme maturate, rischia di diventare una beffa.

Ancor di più considerando le dichiarazioni del ministro Poletti sulla assenza delle coperture finanziarie per il 2014 e delle prospettive nefaste di ridimensionamento e tagli degli strumenti di tutela del lavoro e di sostegno al reddito come la cassa integrazione e la mobilità previste dalla riforma Fornero ed in esame del governo.

Tenuto conto dell’assenza totale di politiche industriali capaci di introdurre nuove opportunità occupazionali, del fallimento delle politiche attive del lavoro finora applicate in Calabria, le programmate ipotesi di taglio agli ammortizzatori sociali per migliaia e migliaia di lavoratori e lavoratrici Calabresi, e per le loro famiglie, si prospetterebbe la caduta nella indigenza e nella povertà assoluta.

Per la Fim, Fiom, UIlm della Calabria Il lavoro, la sua tutela, la sua creazione, insieme ad un modello di ammortizzatori sociali inclusivi ed universalistici sono temi essenziali e centrali per la democrazia, non solo per l'economia nella nostra regione.

Fim, Fiom, UIlm della Calabria, richiamano le forze politiche ed Istituzionali a queste problematiche, le invitano a sostenere la mobilitazione a far sentire al governo nazionale le ragioni della Calabria sana, lavoratrice e che vuole cambiare.

 

FIM FIOM UILM

CALABRIA - COSENZA

 

Catanzaro,4 luglio 2013

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search