Domenica, 26 Maggio 2019

Olicar: contrastiamo sin da subito i licenziamenti

  logo ffu ok

La decisione da parte della Direzione di Olicar Gestione S.r.l. di aprire la procedura di licenziamento collettivo per 22 lavoratori su 32 occupati presso l'unità di Ferrara è gravissima e inaccettabile, nel merito oltre che nel metodo.

Siamo di fronte all'ennesima azienda che scarica le proprie responsabilità di gestione sui lavoratori facendo pagare a loro il prezzo più alto.

Risolto l'appalto da parte del Comune di Ferrara per grave inadempimento nello svolgimento dei lavori programmati da parte di Olicar, la Direzione aziendale prende la palla al balzo e decide, nei fatti, di chiudere l'intera unità produttiva di Ferrara, annunciando il licenziamento di tutte le figure impiegatizie e di staff, oltre che di buona parte dei tecnici manutentori.

E pensare che solo il 12 settembre scorso a Torino nel corso dell'incontro nazionale con il coordinamento sindacale l'Azienda aveva dichiarato come non ci fossero problemi di esuberi.

Ma evidentemente lo stile è sempre lo stesso: azzeramento del confronto sindacale e decisioni unilaterali comunicate successivamente agli incontri.

Così suona anche il verbale di riunione sindacale nazionale con il gruppo Manital della scorsa settimana, nel quale leggiamo che i problemi finanziari dell'intero gruppo sarebbero riconducibili all'acquisizione di Olicar.

Se l'operazione che si vuole fare su Ferrara rappresenta il primo tentativo per destrutturare tutta la struttura di Olicar, operando tagli lineari senza nessuna strategia industriale ma al solo fine di consegnare a Manital una realtà fortemente ridimensionata, è necessario avviare immediatamente una discussione nazionale per smontare questo progetto, con il primo obiettivo di garantire la salvaguardia occupazionale.

Le Segreterie Nazionali di Fim, Fiom e Uilm, unitamente al Coordinamento nazionale, ribadiscono la richiesta di programmare entro il mese di settembre un incontro con la Direzione di Manital, impegno preso da Olicar nell'incontro del 12 settembre scorso.

Al contempo dichiarano l'apertura dello stato di agitazione su tutto il livello nazionale, e danno mandato alle strutture territoriali di avviare le procedure previste per legge (comunicazione agli organi di garanzia) per le dichiarazioni di sciopero a sostegno della vertenza sindacale.

 

FIM, FIOM, UILM NAZIONALI

 

Roma, 26 settembre 2017

Attachments:
FileFile size
Download this file (Olicar - Comunicato sindacale unit - 26 settembre 2017.pdf)Olicar: contrastiamo sin da subito i licenziamenti113 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search