Venerdì, 30 Settembre 2022

Engie. Accelerare la discussione

logo ffu ok

In data 13 ottobre 2016 si è svolto l’incontro tra la Direzione aziendale di Engie (Cofely) e il Coordinamento Rsu assistito da Fim, Fiom e Uilm nazionali.

L’azienda, attraverso l’ingegner Tagnin, responsabile del Polo pubblico, ha illustrato l’andamento del mercato di riferimento e la complessità derivante dall’attuale normativa per l’assegnazione degli appalti, il cui risultato è uno stato di stagnazione nelle assegnazioni.

Pur in un quadro di flessione dei volumi, rimangono sostanzialmente stabili le marginalità.

L’azienda ha di fronte dei problemi generati da perdita di appalti ma anche opportunità che intende cogliere con una maggiore aggressività sia di proposta che di servizio. Il quadro disegnato induce a un moderato ottimismo di prospettiva pur con aree di difficoltà da attraversare.

L’ingegner Tagnin ha insistito sulla necessità di percorsi formativi rivolti a tutto l’organico per meglio governare le esigenze del mercato, ivi compresa la necessità di acquisire nuove competenze capaci di seguire terreni innovativi come il potenziale derivante dalla “Smart city “.

L’azienda, inoltre, ha confermato la volontà di proseguire nel sistema di relazioni frutto degli accordi in essere ma, allo stesso tempo, ha evidenziato la necessità di un intervento di manutenzione anche per sintonizzare il processo di integrazione già avviato con i lavoratori del settore energia.

Il Coordinamento Rsu di Engie e le Organizzazioni sindacali hanno sottolineato il ritardo nell’affrontare le tematiche derivanti dal processo di integrazione da parte della società, ribadendo con forza la necessità di accelerare la discussione proponendo un percorso di lavoro attraverso delle Commissioni congiunte sia per la definizione dell’Accordo sociale europeo, che per una verifica degli elementi comuni derivanti dalla contrattazione collettiva aziendale ovviamente insieme ai rappresentanti sindacali del settore energia.

L’azienda ha dichiarato una sua disponibilità di massima e si è riservata di dare una risposta definita dopo l’incontro con i rappresentanti delle federazioni dell’energia e le loro RSA.

L’incontro si è concluso con la definizione di due date in cui verrà convocato il Coordinamento Engie per la definizione dell’Accordo sociale europeo ed eventuali intese relativamente all’accordo di integrazione.

 

Fim, Fiom, Uilm Nazionali

Roma, 24 ottobre 2016

Attachments:
FileFile size
Download this file (ENGIE - Comunicato sindacale unit - 24 ottobre 2016.pdf)Engie. Accelerare la discussione47 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search