Lunedì, 15 Agosto 2022

Econet. Troppe pendenze, aspettiamo un riscontro o sarà agitazione

Il 29 marzo u.s. presso la sede di Confindustria Arezzo si è tenuta la riunione tra il Coordinamento sindacale ECO.Net e la Direzione Aziendale. Il quadro generale delle aziende che operano nel settore installazione (appalto TIM e OPEN Fiber) a seguito degli sconti richiesti nel rinnovo gare 2019-2021 è particolarmente preoccupante per la perdita della marginalità già compromessa nel tempo nei precedenti rinnovi. Questa situazione viene ulteriormente aggravata se si prende in esame la liquidità delle singole aziende che da gennaio subiscono il rallentamento dei pagamenti da parte degli stessi committenti. Questo aggrava nello svolgimento delle pratiche quotidiane anche la stesa ECO.Net SpA.

Pur consapevoli di questo però alla ECO.Net abbiamo lamentato la non corretta trasparenza e prontezza nelle relazioni industriali e nella comunicazione, cosa che invece in un corretto rapporto di relazioni sindacali dovrebbe essere normale prassi. Anche per conoscere in anticipo le reali problematiche che vive l'Azienda poterle tempestivamente condividere con i Lavoratori e provare anche a mettere in campo le azioni necessarie alla governance di questi processi di crisi.

La Direzione con questo atteggiamento di mancata comunicazione e di esclusione delle maestranze dalla conoscenza delle problematiche non fa altro che alimentare uno stato di sfiducia e di perdita di credibilità verso l'azienda e anche verso l'Organizzazione Sindacale, cosa tutt'altro che propedeutica alla ricerca della corretta gestione del periodo.

Nello specifico le pendenze legate alla mancata contribuzione a mètaSalute, mancata contribuzione ai fondi previdenziali risultano gravissime anche perché abbiamo dovuto scoprirlo da soli, come grave è il perpetuo ritardo dell'attivazione della Piattaforma di Welfare Aziendale 2018.

In sede d'incontro la Direzione ha certificato l'avvenuto ripristino dei pagamenti a mètaSalute da mercoledì 27 marzo che permetterà entro 10gg il riavvio delle prestazioni della stessa, l'impegno nei prossimi giorni al pagamento arretrati fondi previdenziali (ex Cometa) oltre alla definitiva attivazione della Piattaforma Welfare con convocazione prevista per la giornata del 10 Aprile di tutte le Rsu nella quale verranno spiegate modalità di accesso e fruizione.

Come Coordinamento Sindacale abbiamo preteso una comunicazione della Direzione da affiggere nelle bacheche di tutti i cantieri precisando alla stessa che, qualora giovedì 11 aprile p.v. non vi fosse riscontro della risoluzione di queste pendenze, ogni cantiere avvierà lo stato di agitazione nelle forme e modalità che i singoli territori sceglieranno di volta in volta.

Fiom-Cgil nazionale

Roma 1 aprile 2019

 

Attachments:
FileFile size
Download this file (Econet comunicato sindacale Fiom 1 aprile 2019.pdf)Comunicato sindacale136 kB
Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search