Martedì, 19 Marzo 2019

General Construction Spa. Permane lo stato di agitazione

LOGOFIOM-180X120

In data 10 novembre 2015 presso il ministero del lavoro si è svolto l'incontro tra la direzione della General Costruction Spa e le Oo.Ss. unitamente alle Rsu per l'espletamento della fase amministrativa della procedura di licenziamento collettivo avviata dall'azienda in data 11 settembre 2015 alla presenza del ministero stesso.

L'azienda che sta fruendo del trattamento di cigs per crisi aziendale della durata di 12 mesi scadente il 14 dicembre 2015 ha ribadito che non vi sono le condizioni per praticare strumenti diversi dalla procedura di mobilità in quanto sia la riduzione della capacità produttiva e la perdita di contratti, sia una diversa articolazione organizzativa, non fanno intravvedere nel breve una possibile ripresa.

Le Oo.Ss. unitamente alle Rsu hanno invece sottolineato che stante la possibilità di utilizzare i contratti di solidarietà nonché la cassa integrazione straordinaria per ristrutturazione e non condividendo la nuova impostazione organizzativa hanno invitato l'azienda ad un ulteriore riflessione relativamente alle scelte compiute.

L'Azienda ha riconfermato le proprie determinazioni adducendo anche la possibile perdita di nuovi contratti.

L'incontro si è concluso con un aggiornamento al 24 novembre 2015 con la conferma di una richiesta delle Oo.Ss. di strumenti alternativi alla mobilità anche in una condizione di diminuzione del numero degli esuberi come indicato dall'azienda stessa. Per quanto non condiviso permane la dichiarazione dello stato di agitazione.

Fiom nazionale

Roma, 12 novembre 2015

Search