Lunedì, 06 Aprile 2020

Bosch Energy: proclamato lo stato di agitazione


Martedì 22 maggio 2018 presso la sede Bosch Energy di Milano si è svolto l’incontro tra la Direzione aziendale e il coordinamento nazionale assistite delle OO.SS. nazionali.
La Direzione aziendale ha comunicato alle RSU e alle OO.SS. che, sulla base di dati oggettivi, si rende necessario intervenire sulle strutture aziendali delle sedi Bosch Energy su tutto il territorio nazionale per riequilibrare i dati negativi previsionali di bilancio, anche attraverso interventi di riduzione del personale.
Nei prossimi giorni verrà inviata formale apertura della procedura di riduzione del personale da parte dell’azienda alle RSU e alle OO.SS..
Le RSU, Fim, Fiom e Uilm territoriali e nazionali effettueranno assemblee nei luoghi di lavoro e proclamano lo stato di agitazione a sostegno della trattativa finalizzata alla salvaguardia dell’occupazione e ad evitare licenziamenti imposti.

Fim-Cisl, Fiom-Cgil, Uilm-Uil nazionali

Roma, 25 maggio 2018
Attachments:
FileFile size
Download this file (Bosch Energy comunicato sindacale unitario 25 maggio 2018.pdf)Bosch Energy: proclamato lo stato di agitazione141 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search