Martedì, 20 Ottobre 2020

Abb. Il tribunale di Genova dichiara illegittimo il trasferimento delle attività ad Arkad e ordina il reintegro dei lavoratori

Nel dicembre 2017 Abb ha deciso di esternalizzare le attività Oil & Gas EPC prima alla società Soimi Spa e successivamente, attraverso l’acquisto di quote societarie, alla società Abb-Arkad.

Una esternalizzazione che coinvolgeva circa 200 dipendenti Abb nelle sedi di Genova e Sesto San Giovanni (MI).

La Fiom-Cgil da subito ha denunciato che la società Arkad non aveva alcuna autonomia funzionale da Abb e, conseguentemente, non abbiamo sottoscritto un accordo sindacale che permetteva ad Abb di liberarsi delle attività aziendali di EPC e di 200 lavoratori Abb, consegnandoli ad una società sconosciuta e dalle prospettive industriali incerte.

Il Tribunale di Genova con sentenza del 24 gennaio 2020 ha ritenuto illegittimo il trasferimento del ramo d’azienda avvenuto con l'accordo separato del 28.12.2017 e ha condannando Abb a ripristinare i rapporti di lavoro dei lavoratori ricorrenti, con il rispettivo inquadramento professionale allora riconosciuto e con efficacia giuridica ed economica dal 1.1.2018.

L'importante sentenza del Tribunale di Genova, oltre a ripristinare il diritto dei lavoratori trasferiti illegittimamente, conferma il contrasto sindacale della Fiom agli scorpori e alle esternalizzazioni a danno dei diritti dei lavoratori.

Coordinamento Fiom-Cgil Abb

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 27 gennaio 2020

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search