Domenica, 13 Ottobre 2019

Fiom-Cgil Ticino Olona e Rsu Fiom Vittuone. Trattativa sulla riorganizzazione

Si è svolto giovedì 6 giugno presso la sede di Assolombarda il primo incontro successivo all’apertura della procedura di mobilità inviata da parte di Abb in data 30 maggio u.s., dove sono dichiarati i licenziamenti collettivi per 108 lavoratori a seguito della decisione di trasferire parte delle attività di Vittuone in Finlandia, nello stabilimento di Helsinki.

Abb in premessa ha precisato che con l’apertura della procedura pur avendo effettuato diversi incontri, si è di fronte all’avvio di una nuova fase e pertanto non può essere dato nulla per acquisito.

Inoltre nei prossimi giorni Abb intende definire con la RSU un accordo che definisca la modalità premianti rispetto al carico di lavoro (backlog) da completare entro l’annunciata chiusura di settembre, come da obbiettivo aziendale.

Come Fiom-Cgil abbiamo chiesto:

1. di affrontare questa trattativa sugli esuberi attraverso il Coordinamento sindacale Fim Fiom Uilm dato che la stessa coinvolge a tutti gli effetti anche gli stabilimenti in cui per effetto di possibili pensionamenti dove le triangolazioni sono la via necessaria per effettuare le ricollocazioni;

2. di continuare il confronto come richiesto unitariamente, presso la sede istituzionale del Ministero del Lavoro-Regione Lombardia essendo tra l’altro in presenza di alcune rilevanti novità comunicate da Abb e che impattano sia sul piano industriale (Abb OS) che sul piano professionale - occupazionale;

3. di iniziare il confronto, come prevede la procedura di Legge con l’obbiettivo di trovare tutte le possibili soluzioni alternative ai licenziamenti collettivi che Abb intenderebbe praticare.

Su queste richieste Abb ha ribadito che il tavolo sovrano e principe rimane quello avviato in data odierna e che a partire dai prossimi giorni avvierà una serie di colloqui con i lavoratori interessati.

Su questo punto, come Fiom abbiamo replicato dicendo che seppur nella piena legittimità aziendale questa iniziativa risulta essere un atto di scorrettezza rispetto alla delegazione trattante e che rischia di aggiungere ulteriori tensioni alla trattativa.

Inoltre alla nostra richiesta di capire se il sistema di incentivazione prospettato da Abb nei precedenti incontri fosse confermato, l’azienda ha risposto affermando che la nuova fase non è la prosecuzione del negoziato sia sul piano logico sia sul piano dei contenuti.

La trattativa è stata aggiornata a lunedì 17 giugno, nonostante solo e soltanto da parte della Fiom è stato chiesto di continuare il confronto nel pomeriggio.

Da parte dell’azienda è stato risposto che non era possibile in presenza di impegni già fissati.

 

Fiom-Cgil Ticino Olona

Rsu Fiom-Cgil Abb Vittuone

Vittuone, 7 giugno 2019

 

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Dichiaro di aver letto e compreso l’informativa Privacy e Termini di Utilizzo e di prestare il consenso al trattamento dei miei dati per le finalità e secondo le modalità indicate nella Privacy policy