Martedì, 12 Novembre 2019

Kone. Sottoscritta l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto integrativo aziendale

logo ffu-ok

Il 28 giugno scorso, dopo un lungo confronto con la Kone, azienda leader nel settore ascensoristico, è stata sottoscritta, presso l’Assolombarda di Milano, l’ipotesi di accordo per il rinnovo del Contratto integrativo aziendale.

Le premesse dell'intesa confermano la volontà, da parte della multinazionale finlandese, di consolidare la propria presenza nel mercato italiano attraverso politiche e investimenti che rafforzino gli standard qualitativi dei servizi e dei prodotti, nonché le acquisizioni di realtà minori che operano nel settore. Il contributo dei lavoratori rimane decisivo per la realizzazione degli obiettivi aziendali, sia per le professionalità che esprimono sia per le responsabilità nei ruoli che svolgono. In tal senso si è consolidato il sistema delle relazioni aziendali stabilendo ruoli e competenze del Coordinamento nazionale e delle Rsu aziendali nell’ambito delle dinamiche aziendali e dei percorsi formativi. L'accordo semplifica la parte economica derivante da elementi riconosciuti per il contenuto professionale e per le prestazioni disciplinate dallo stesso; indennità di reperibilità e indennità tecnologica vengono unificate in una indennità che prevede una crescita nel triennio sino a raggiungere il valore di 2.030 euro per il 2018 (1.940 nel 2016, 1.990 nel 2017) e che sarà erogata in due tranche nei mesi di giugno e novembre. Nello stesso tempo, per quanto riguarda il premio di risultato vengono ridotti i parametri di efficienza e redditività e il montante nominale economico, potenzialmente raggiungibile, viene portato a 1.300 euro, con un parametro sperimentale aggiuntivo legato alla crescita dei volumi che vale ulteriori 30 euro. Vengono, inoltre, confermati il valore del “ticket compliment” di 240 euro da erogare nel mese di novembre ai lavoratori con un’anzianità lavorativa superiore ai 10 mesi e la copertura parziale delle spese legali per procedimenti penali a carico dei lavoratori per sinistri stradali.

Le parti hanno rinviato ai primi di settembre un approfondimento conclusivo sui temi legati alla bacheca elettronica, all'uso personale dei telefoni aziendali ed una eventuale sperimentazione di uso diverso del sistema KFM durante la reperibilità.

Il punto eccellente dell'intesa, riguarda il corretto utilizzo di tablet e smartphone, durante il quale non ci saranno effetti sanzionatori nei confronti dei lavoratori e l'uso del GPS avverrà esclusivamente durante l'orario di lavoro.

Il coordinamento Rsu unitamente alle organizzazioni sindacali esprimono un giudizio positivo sull’ipotesi di accordo sottoscritta, sulla quale spetterà ai lavoratori il giudizio definitivo attraverso il voto nelle assemblee che saranno ultimate entro il 22 luglio prossimo.

 

Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 1 luglio 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy