Sabato, 27 Novembre 2021

Electrolux/Professional. Fiom: “Un integrativo per un nuovo premio di risultato, per stabilizzare i contratti a termine, per ampliare diritti e tutele.”

“Si sono svolti ieri e oggi a Mestre, due nuovi incontri di trattativa per il rinnovo dell’integrativo del Gruppo Electrolux ed Electrolux Professional, un rinnovo che interessa circa 5 mila lavoratrici e lavoratori.

Abbiamo chiesto all'azienda un maggior incremento del Premio di Risultato, andando oltre le 600 euro a oggi proposte dall'azienda e un'indennità di reperibilità pari a 3 euro l'ora per le ore infrasettimanali e a 3,50 euro per le ore di sabato e domenica.

Per quanto riguarda l'orario di lavoro abbiamo proposto a Electrolux la definizione di un calendario produttivo, per rispondere alle nuove esigenze del mercato, con il quale collegare le esigenze produttive e il rispetto dei tempi di vita delle persone.

Abbiamo chiesto: di collegare la richiesta aziendale di una quota lavoro straordinario esente da contrattazione alla possibilità di definirne le modalità di esecuzione con i delegati, e quindi con i lavoratori, il loro utilizzo collegato all’incremento dei volumi e limitato nei periodi, oltre all’incremento dell'attuale indennità oraria per le ore di straordinario; la fruizione delle due settimane di ferie estive nei mesi di luglio e agosto, della terza settimana di ferie individuale nei mesi da giugno a settembre e della quarta settimana da definire nel calendario collettivo; il frazionamento dei Par, sia per i lavoratori che per l’azienda.

Sono circa 600 attualmente i contratti a termine in Electrolux, in questo quadro abbiamo chiesto di confermare la percentuale massima di contratti a termine prevista dagli accordi in essere – pari al 16% – e di prevedere, con la sottoscrizione dell’accordo, una quota di stabilizzazione dei lavoratori a termine oggi presenti nel Gruppo.

Nell'incontro sono state altresì confermate e prorogate fino al prossimo 30 giugno 2021 le misure di sicurezza e organizzative previste dal Protocollo per la gestione dell’emergenza scadute lo scorso 30 gennaio 2021.

L'azienda inoltre ha dichiarato che supporterà e agevolerà il piano regionale di vaccinazioni, per questo ha già allertato i propri medici competenti e metterà a disposizione le proprie strutture. In base alle disposizioni delle autorità sanitarie, le modalità di gestione saranno comunicate poi a livello locale fatti salvi due principi: la volontarietà e la tutela della privacy.

Il confronto con l’azienda proseguirà i prossimi 21, 22 e 23 aprile. Si proverà in quell'occasione a superare le distanze che ancora permangono e a ricercare un accordo, dopo molti anni, importante per tutti i lavoratori del gruppo.

L’azienda ha esigenze di mercato, le lavoratrici e i lavoratori hanno l’esigenza di aumentare il salario e di consolidare tutele e diritti.”

Hanno dichiarano al termine dell'incontro Michela Spera e Alberto Larghi, coordinatori del Gruppo Electrolux ed Electrolux Professional per la Fiom nazionale

Ufficio stampa Fiom-Cgil nazionale

Mestre, 30 marzo 2021

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search