Sabato, 15 Agosto 2020

Electrolux Professional. Situazione produttiva, programmi e sicurezza

Oggi 29 luglio 2020 - in modalità telematica per le segreterie nazionali di Fim, Fiom e Uilm e per la RSU e la Fiom territoriale dello stabilimento di Spilamberto, in presenza presso la sede di Vallenoncello per la RSU dello stabilimento e per le segreterie territoriali di Pordenone - si è tenuto un incontro del gruppo Electrolux Professional per discutere sia della situazione produttiva che dei programmi e protocolli sulla sicurezza già condivisi con Electrolux Professional con gli accordi del 14 e 22 aprile e del 23 giugno 2020, data in cui è stato sottoscritto in Professional l’ultimo protocollo sui test sierologici e sulle agibilità sindacali. (Ai test sierologici hanno aderito 150 dipendenti, ne sono stati eseguiti 50; 1 dipendente risultato positivo al test è stato sottoposto a tampone con un risultato negativo).

Il Coordinamento sindacale, anche di fronte ad una evoluzione positiva della emergenza sanitaria, ha ritenuto necessario e importante per i lavoratori sottoscrivere nel gruppo Electrolux Professional una proroga fino al 31 ottobre 2020 dei protocolli sulle misure di sicurezza e organizzativa previste dalle “Linee guida di sicurezza Electrolux Professional per la gestione dell’emergenza Covid-19” con le integrazioni fatte in questi mesi.

Electrolux Professional, con 13 stabilimenti nel mondo e circa 3800 addetti, ha l’insediamento produttivo e il magazzino di prodotti finiti più importante nel sito di Vallenoncello in Italia.

L’incontro ha affrontato inoltre la situazione determinatasi nei mercati di riferimento del Professional con le difficoltà che i settori del turismo alberghiero e della ristorazione hanno registrato con la pandemia dovuta al Covid-19 e da cui è derivato un forte rallentamento degli ordini per il Professional.

Nei mesi di marzo e aprile 2020 la produzione dei due stabilimenti è scesa e i volumi produttivi hanno registrato solo una ripresa parziale a partire dal mese di maggio; negli stabilimenti del Professional, a differenza che nel settore del domestico, di conseguenza continua il ricorso alla cassa integrazione con ad circa 127mila ore utilizzate ad oggi, oltre che con il ricorso all’utilizzo delle ferie pregresse da parte di molti lavoratori.

Da parte del sindacato territoriale e della RSU di Vallenoncello stato chiesto all’azienda un ricorso alle ore di cassa più equo con la rotazione dei lavoratori coinvolti, compatibilmente con le esigenze di presenza in azienda di alcune professionalità non facilmente sostituibili, per non penalizzare ulteriormente le persone che in questi mesi sono state più coinvolte dalla cassa; l’azienda comunque ha confermato che continuerà il ricorso allo smart-working per il personale impiegatizio.

Nelo stabilimento di Vallenoncello si registra al 30 giugno una perdita del 40 % sui volumi di vendita rispetto al 2019 e del 36,9% sul budget previsto per il 2020, perdita che in termini di valore della produzione è più contenuta perchè corrisponde ad una perdita del 30% del fatturato. Nello stabilimento di Spilamberto si registra, rispetto al 2019, una perdita di volumi pari a circa il 20% rispetto al 2019.

La perdita di volumi complessiva è però dovuta ad un congelamento e ad un rinvio, non una cancellazione, degli ordini e la curva oggi è in risalita ma solo a settembre si avrà una visibilità maggiore; in questo periodo continua la riduzione dei costi a partire dal risparmio realizzato con il ricorso allo smart-working e alla riduzione dei viaggi.

L’azienda ha inoltre illustrato gli investimenti fatti e quelli già deliberati nel 2020 e le scelte relative alle nuove linee di prodotto e all’organizzazione delle produzioni nei due stabilimenti italiani del Gruppo:

  • Vallenoncello: è previsto il rientro - insourcing - di alcune attività per i nuovi prodotti nell’area meccanica e nell’area montaggio al fine di saturare gli impianti, oltre che per far fronte ad alcune difficoltà dei fornitori esterni. Gli investimenti decisi sono pari a 3,8 milioni di euro, che si aggiungono ai 17,8 milioni realizzati nel periodo 2017-2019, e sono necessari per la riorganizzazione produttiva della linea 25 e dell’area tecnologica oltre che per completare le gamme dei nuovi prodotti della refrigerazione (abbattitori Co2, refrigeratori tavoli versioni Green gas); del lavaggio (modelli a doppio risciacquo, versione compatta); delle cucine modulari (rinnovo della gamma Libero Point); dei forni (modelli 20/2 griglie per USA, versioni speciali, il navale, Australia);

  • Spilamberto: gli investimenti per 400mila euro di euro sono necessari per la riorganizzazione della linea B, la riorganizzazione del magazzino e l’istallazione di due magazzini verticali necessari per migliorare l’ergonomia e per liberare l’area per la nuova linea del gelato. La nuova linea significherà per lo stabilimento di Spilamberto un ulteriore sviluppo e, in caso di successo del nuovo prodotto, si potrà realizzare anche un incremento occupazionale; su questo tema dell’occupazione oggi la RSU di Spilamberto ha posto il tema della conferma dei lavoratori apprendisti oggi impiegati presso lo stabilimento.

La direzione aziendale del Professional ha confermato che la complessità degli stabilimenti è necessaria per garantire il mix produttivo, la qualità del prodotto, i tempi e la tempestività del servizio; si è convenuto di prevedere un ulteriore incontro a settembre, dopo la fermata feriale, per un aggiornamento sulla situazione produttiva e sono confermate per gli stabilimenti le modalità della fruizione delle ferie.

Continua per gli stabilimenti del Professional il lavoro necessario alla riduzione dei consumi energetici nei nuovi impianti, per la progettazione di prodotti a basso consumo ed è stato completato il sistema di raffrescamento adiabatico per tutti e 4 gli stabilimenti di Vallenoncello.

Gli organici del Gruppo in Italia rimangono stabili per operai e diretti - sono di 1003 gli addetti a Vallenoncello, con una diminuzione degli impiegati e dei dirigenti (-13) - mentre le ore di cassa integrazione utilizzate a seconda degli ordini sulle singole linee e per gli indiretti sono state a partire da marzo pari a 127mila; gli addetti di SPM sono invece complessivamente pari a 114 con un incremento (+5) tra gli operai.

Nell’incontro con il Coordinamento di tutto il gruppo Electrolux dello scorso 9 luglio 2020 era già stato sottoscritto, anche per Electrolux Professional, il verbale di adeguamento degli indici relativa alla erogazione dell’STB il cui conguaglio verrà erogato con la mensilità di luglio 2020.

Fiom nazionale

Roma, 29 luglio 2020

 

 

 

Tags:

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search