Domenica, 05 Dicembre 2021

Mbda. l'azienda va, il premio c'è

logo ffu-ok

 

Il giorno 8 giugno si è svolto l’incontro tra le Oo.Ss. Fim, Fiom, Uilm nazionali e territoriali, insieme al coordinamento delle Rsu, con la direzione MBDA.

L’Azienda ha illustrato i dati di bilancio consuntivo di Gruppo MBDA del 2014 che risultano positivi.

Portafoglio ordini, volume delle vendite, Ebita e Ros sono risultati comunque in calo rispetto al 2013.

Per quanto riguarda MBDA Italia dal consuntivo 2014 si evidenzia che sono stati raggiunti tutti gli obiettivi previsti dal budget.

In funzione di quanto sopra, i dipendenti di MBDA Italia percepiranno un Premio di Risultato nella busta paga di luglio così composto:

Il PdR 2014 è legato ai due parametri definiti per il terzo anno di validità dell’accordo

SALES IT: 412,3 M€ ➔ PdR= 412,4 €

ROS GR: 9,6% ➔ PdR = 970 €

Premio di Risultato totale: 1382 €

✓ 100% fino alla categoria 5S: 1.382€

✓ 110% per 6 imp, 7 imp, quadri non exec: 1.520 €

L’Azienda ha inoltre illustrato il progetto “Transformation PLAN” già operativo in MBDA Italia, utile per preparare l'azienda alla gestione di eventuali riduzioni dei programmi e dei volumi nonché alla conseguente riduzione dei margini, per la forte necessità del rinnovo della gamma e del portafoglio prodotti in uno scenario caratterizzato da:

  • Alta incertezza dei volumi di nuovi ordini;

  • Necessita di Mantenimento di competenze chiave e strategiche per il futuro di MBDA;

  • Necessita di Investimenti in ricerca e sviluppo sui nuovi programmi che non danno redditività all’azienda.

Il Transformation Plan MBDA it ha come scopo:

  • Ridurre/ottimizzare il cost base domestico;

  • aumentare l’indipendenza della gestione di costi di sito;

  • adottare le missioni dei siti per ottenere processi più efficienti e per essere in linea con la politcy del cliente;

  • incrementare l’interazione/cooperazione con il cliente a supporto della sostenibilità degli investimenti di lungo termine;

  • promuovere azioni coerenti con le diverse situazioni puntuali e locali (ristrutturazioni o azioni di crescita).

Oltre alla realizzazione del piano di ottimizzazione costi, l’Azienda ha confermato investimenti per circa 10 milioni di € all'anno sui nuovi prodotti e nuove tecnologie emergenti in Italia

L’AD ha ribadito che, pur in presenza di molte incertezze sui programmi, un mercato estero sempre più esigente e competitivo, il mercato italiano in forte riduzione di investimenti sulla difesa e in particolare sul settore missilistico, i carichi di lavoro per il 2015 e 2016, sono sufficienti a dare lavoro ai 1.200 lavoratori occupati nei 3 siti italiani di MBDA.

Comunque rimane forte la preoccupazione per il futuro a partire dal mantenimento delle tecnologie sovrane presiedute dall’azienda.

Le organizzazioni sindacali danno un giudizio positivo sull’informativa fornita dall’azienda pur ritenendo che, entro ottobre 2015, sarà necessario un ulteriore monitoraggio della situazione anche in funzione del percorso parlamentare delle leggi di finanziamento dei programmi di investimento pubblico specifici per il settore.

Prendono atto positivamente che MBDA si conferma come una delle poche aziende partecipate da Finmeccanica che negli ultimi 12 anni non ha presentato piani di ristrutturazione come hanno fatto la maggioranza delle aziende del Gruppo.

Il coordinamento nazionale insieme a Fim, Fiom e Uilm, ribadisce la propria contrarietà alla vendita delle quote di Finmeccanica ai partner francesi ed inglesi e chiede al Governo di rendere operativo quanto già annunciato nel “Libro Bianco” rispetto ad una nuova governance sul settore difesa con la conferma degli investimenti necessari al mantenimento dei requisiti stabiliti per il settore stesso.

L’Italia deve mantenere e presidiare e investire sulla tecnologie sovrane che MBDA detiene.

Per questo è necessario che il Governo programmi gli investimenti sui nuovi prodotti che MBDA sta sviluppando con risorse proprie e con il contributo della Regione Campania, importanti per traguardare il futuro dei 1.200 lavoratori tra diretti, tecnici e progettisti, presenti nei 3 siti MBDA Italia.

Fim, Fiom e Uilm, insieme al coordinamento nazionale MBDA richiedono l'immediata programmazione di un incontro per concordare un adeguato incremento dei valori del premio di risultato, scaduto da oltre 2 anni.


Fim, Fiom, Uilm nazionali

 

Roma, 10 giugno 2015

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search