Venerdì, 03 Febbraio 2023

Milano, costituito il coordinamento nazionale delle Rsu e delle strutture Fiom del gruppo Marcegaglia

Si è tenuta il 29 novembre 2022 a Milano, presso la CGIL Lombardia, l'assemblea nazionale dei delegati RSU e delle strutture territoriali FIOM CGIL del Gruppo Marcegaglia, localizzato in Piemonte, Veneto, Lombardia, Friuli Venezia Giulia ed Emilia Romagna. L'assemblea è stata l'occasione per formalizzare la nascita del coordinamento nazionale FIOM CGIL del Gruppo, in coerenza con la scelta già praticata in numerosi altri gruppi del settore siderurgico. La FIOM è infatti presente in tutti gli stabilimenti del Gruppo, avendo ottenuto 1280 consensi su 2592 voti, ed ha una rappresentanza RSU del 43,7% pari a 43 delegati sul totale di 88.

Durante l'iniziativa, a cui hanno preso parte i rappresentanti sindacali di tutti i siti in cui opera il Gruppo Marcegaglia in Italia, sono state condivise alcune linee guida nazionali da far vivere nella contrattazione di secondo livello, che, pur con diversa e varia articolazione nei singoli siti, ha elementi comuni sui quali è necessario assicurare un indispensabile grado di armonizzazione e coordinamento.

La discussione si è concentrata soprattutto sui seguenti punti:

    1.  lo stato del settore siderurgico visto l'aumento dei costi energetici e delle  materie prime;

    2.  i risultati del Gruppo Marcegaglia, che ha chiuso il 2021 con indicatori straordinari, sia sul piano economico-finanziario, sia per quanto riguarda le tonnellate di prodotti finiti venduti (5800), i ricavi ottenuti (7,7 miliardi di euro) e l'utile netto conseguito;

    3.  il rafforzamento strategico del Gruppo Marcegaglia, che non è più soltanto trasformatore di acciaio, ma anche produttore avendo acquisito importanti asset esteri;

    4.  la necessità di rafforzare il sistema partecipativo e le relazioni industriali;

    5.  l'urgenza di affrontare il tema del salario, sia per perseguire un ulteriore incremento delle condizioni salariali dei lavoratori del gruppo (PDR), sia in riferimento ai neoassunti;

    6.  la contrattazione degli orari, dell'utilizzo degli impianti e la necessità di integrare il salario in caso di ricordo ad ammortizzatori sociali;

    7.  il mercato del lavoro, la salute e sicurezza e la formazione: tutti elementi da far vivere nei vari siti sviluppando un lavoro comune con l'Azienda, che porti ulteriori miglioramenti rispetto a quanto oggi previsto nei singoli stabilimenti.

Il coordinamento ha assunto la discussione e le linee guida per la contrattazione di secondo livello e, a partire dalla necessità di rafforzare il sistema partecipativo e le relazioni industriali nel Gruppo, si è aggiornato al mese di gennaio per la verifica dello stato del confronto nei singoli siti.

Il coordinamento e la Segreteria Nazionale della FIOM-CGIL ritengono importante valorizzare e dare prospettive reali al confronto in atto, anche in rapporto con FIM e UILM, specialmente in una azienda fondamentale per la siderurgia del nostro Paese come il Gruppo Marcegaglia.

Milano, 29 novembre 2022

COORDINAMENTO NAZIONALE FIOM CGIL GRUPPO MARCEGAGLIA

SEGRETERIA NAZIONALE FIOM CGIL

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search