Giovedì, 02 Febbraio 2023

Dema. Avanti solo con un piano concreto, condiviso e senza esuberi

“Nell’incontro che si è tenuto oggi al MiSe alla presenza dell’azienda, e delle Organizzazioni sindacali il neo nominato Amministratore delegato ha illustrato il quadro aziendale (economico e produttivo) che ha portato all’apertura del concordato preventivo presso il Tribunale di Napoli pochi giorni fa, dichiarando l’intenzione di presentare un piano industriale entro il 2022 del quale però non c’è a oggi una concreta progettualità.

Riteniamo come Fiom-Cgil che non sia possibile accettare che l’azienda voglia presentare tra due mesi un piano industriale senza aver condiviso un progetto, con una prospettiva credibile con le parti sociali, ma da quello che si è capito, incentrando gli obiettivi del piano al taglio del costo del lavoro e basta.

Abbiamo quindi chiesto di avere un prossimo appuntamento, al MiSe, solo in presenza di un progetto approfondito che metta al centro un rilancio industriale e il mantenimento occupazionale nei siti del gruppo, altrimenti riteniamo non ci saranno le condizioni per andare avanti.

Non vediamo discontinuità con il passato tranne per il fatto che c’è il fondo, ma senza sapere quanti soldi il fondo ha intenzione di mettere in campo. E non vedere una discontinuità, né prospettive, significa che non ci sono le condizioni per credere che stia cambiando il percorso, l’unica cosa chiara è che si vogliono ridurre le perdite tagliando sui lavoratori.

Abbiamo quindi chiesto l’impegno da parte dell’azienda che non ci siano chiusure di stabilimenti né tantomeno tagli occupazionali, impegno necessario alla prosecuzione del tavolo.

L’azienda per ora si è impegnata a non procedere ad azioni unilaterali in materia di riduzione del personale fino alla convocazione del prossimo incontro, ad avanzare istanza al Tribunale di Napoli per essere autorizzata a corrispondere il residuo delle retribuzioni attualmente congelate e ad erogare un anticipo del 25% sulle retribuzioni di ottobre e il resto a scadenza prevista. Il rappresentante del Fondo di maggioranza ha dichiarato la disponibilità a supportare finanziariamente un piano di rilancio sostenibile del Gruppo Dema.”

Lo dichiara al termine dell’incontro Claudio Gonzato, coordinatore del Gruppo Dema per la Fiom-Cgil nazionale

Ufficio stampa Fiom-Cgil nazionale

Roma, 12 ottobre 2022

Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search