Venerdì, 30 Settembre 2022

Sirti. Ancora si muore di lavoro: inaccettabile!

Ancora un incidente sul lavoro, questa volta a morire è un operaio della Sirti Energia, azienda metalmeccanica.

Il lavoratore sessantenne catanese, muore folgorato durante un intervento di riparazione su un palo della corrente di una linea di media tensione.

Fiom, Fim e Uilm nazionali, sono vicini alla famiglia della vittima e chiedono che la magistratura faccia al più presto luce su quanto accaduto.

Nel 2022 non si può continuare a morire di lavoro, nei primi cinque mesi sono circa 364 le lavoratrici ed i lavoratori che sono morti lavorando.

La sicurezza sul lavoro é ormai una emergenza drammatica nazionale, occorrono più controlli, più rigore, più formazione ed informazione.

Uffici stampa Fim, Fiom, Uilm nazionali

Roma, 13 agosto 2022

Attachments:
FileFile size
Download this file (22_08_13-Sirti-FFU.pdf)Sirti. Ancora si muore di lavoro: inaccettabile!138 kB

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search