Giovedì, 07 Luglio 2022

Lutech. Pronti alla mobilitazione, dall'azienda nessuna risposta

"Si è svolta ieri l’assemblea delle lavoratrici e dei lavoratori della Lutech, che ha discusso della procedura di cessione aperta verso la Open Smart Services Srl per le lavoratrici e i lavoratori della Practice Mainframe.

Le lavoratrici e i lavoratori hanno manifestato tutte le loro preoccupazioni per la cessione verso una società che appare poco affidabile, con un capitale sociale di 10.000 euro e guidata da una ventunenne, e senza nessun dettaglio concreto sulla futura allocazione visto che non passa  nessuna attività. E' paradossale che nonostante gli ottimi risultati, Lutech non riesca a trovare soluzioni interne per 22 persone e non si voglia spendere per la loro riqualificazione.

Riteniamo sia grave che, dalla settimana scorsa, non siano arrivate integrazioni alla documentazione richiesta al tavolo dalla Fiom nazionale, al quale era presente anche il Mise come osservatore, e che l’Ad Tullio Pirovano non abbia risposto alla nostra richiesta di incontro.
Se il silenzio dovesse perdurare nei prossimi giorni saremo pronti con le lavoratrici e i lavoratori a farci sentire convocando un presidio sotto la sede dell’azienda.

E' inaccettabile infatti che la Lutech dichiari massicce assunzioni al TG3 ma scarichi le proprie lavoratrici e i propri lavoratori non ritenuti più strategici e quindi da estromettere dal tessuto d’impresa".

Lo dichiara in una nota Valentina Orazzini, coordinatrice Lutech per la Fiom-Cgil nazionale

Ufficio stampa Fiom-Cgil

Roma,  17 maggio 2022

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search