Lunedì, 23 Maggio 2022

Manovra. Re David (Fiom), il provvedimento del Governo asseconda le delocalizzazioni

“Se il testo dell’emendamento del Governo alla manovra è quello che si apprende in queste ore rischia di essere un provvedimento che dà il via libera alle imprese che hanno deciso di delocalizzare. E’ infatti una mera proceduralizzazione che, tra l’altro, mette in discussione il diritto per i lavoratori di difendersi attraverso le normative contrattuali e il ricorso alla magistratura.

Chiunque sta ai tavoli di crisi sa bene che non bastano certo 3 mesi per discutere sul mantenimento delle attività produttive in Italia e non bastano 12 mesi (che tra l’altro corrispondono all’attuale cassa integrazione per cessazione) per concludere una reindustrializzazione.

Non c’è nessun ruolo attivo del Governo per il mantenimento del tessuto industriale del Paese, nella totale assenza di politiche di settore e non c’è nessun vincolo alla responsabilità sociale dell’impresa sancita dalla nostra Costituzione.

Anche sulle delocalizzazioni il metodo del Governo è sempre lo stesso: i sindacati e i lavoratori, che stanno affrontando quotidianamente queste crisi, conoscono il provvedimento a cose fatte. E’ opportuno che il Governo si fermi e convochi le organizzazioni sindacali”.

Lo dichiara in una nota Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil

Ufficio stampa Fiom-Cgil

Roma, 17 dicembre 2021

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search