Martedì, 09 Agosto 2022

Electrolux. Importanti investimenti per il futuro del sito di Porcia

“Dall’incontro con l’azienda tenutosi ieri a Mestre sono emerse importanti e positive novità per lo stabilimento Electrolux di Porcia.

L’azienda ci ha infatti confermato l’importante investimento di 90 milioni di euro che riguarda il periodo 2020/2024 e che interverrà sia sui prodotti che sul processo dello stabilimento.

L’investimento interesserà lavatrici e lavasciuga, già in significativa crescita nel mercato complessivo, e la sfida con i concorrenti continuerà ad essere oltre che sul prezzo del prodotto anche sull’efficienza energetica, sulla bassa rumorosità, sul design e sulle prestazioni complessive e tutto ciò garantirà allo stabilimento di Porcia di rimanere, per i prossimi anni l’unico sito di produzione delle lavasciuga e delle lavatrici di alta gamma.

Per quanto riguarda il processo di produzione ci è stato delineato uno stabilimento in buona parte rinnovato, con una forte automazione, aggiunta di robot sulle linee di assemblaggio, riduzione conseguente del numero delle fasi di lavorazione e miglioramenti sul piano dell’ergonomia, con un investimento di circa 20milioni di euro sul processo dei 40 totali previsti per l’anno 2022. 

Le eccedenze, calcolate in 41 lavoratori complessivi determinate dalla maggior automazione, dovrebbero essere assorbite da una crescita stimata delle vendite, che porterebbe lo stabilimento a produrre 1 milione e 200 mila pezzi nel 2023/24 (oggi ne produce circa 980 mila). 

Molto importante sarà anche minor impatto energetico, che con l’installazione a regime delle nuove linee e con il nuovo reparto di stampaggio, corrisponderà all’incirca ad un risparmio energetico stimato equivalente a 1.100 abitazioni da 4 persone. 

Vengono inoltre confermati i corsi di digitalizzazione di base, che hanno coinvolto e coinvolgeranno per il 2022 complessivamente 900 lavoratrici e lavoratori. 

Riteniamo come Fiom che questi importanti investimenti consolidino lo stabilimento di Porcia, garantendo contemporaneamente una centralità e superando, perlomeno negli auspici, le incertezze che avevano caratterizzato il passato. 

Così come per altri stabilimenti del gruppo, si prospetta per il sito friulano, uno stabilimento ad alta automazione e digitalizzazione che accetta la sfida della produttività sul terreno dell’innovazione tecnologica.”

Lo ha dichiarato in una nota Alberto Larghi, coordinatore nazionale per la Fiom-Cgil del Gruppo Electrolux

Ufficio stampa Fiom-Cgil nazionale

Roma, 17 novembre 2021

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search