Martedì, 19 Ottobre 2021

Marelli. Avviare subito il confronto per garantire l'occupazione

“Abbiamo appreso dagli organi di stampa del piano di riorganizzazione a livello mondiale della Marelli, che prospetta una riduzione dei costi anche attraverso il licenziamento di 1500 lavoratori a livello globale. Decisione presa senza alcun coinvolgimento delle lavoratrici, dei lavoratori e del sindacato.

L'azienda deve avviare immediatamente un confronto con i sindacati sul futuro degli stabilimenti italiani, che non può certo partire da decisioni prese dai vertici globali senza la partecipazione delle lavoratrici e dei lavoratori.

In questa fase di grandi trasformazioni occorrono investimenti in ricerca e sviluppo, un piano per l'occupazione e la formazione. Marelli in Italia ha le competenze necessarie per affrontare le sfide del futuro.

Non possiamo lasciare a decisioni prese fuori dal nostro Paese, il futuro di una delle aziende di componentistica più importanti del nostro settore”.

Lo dichiara in una nota Simone Marinelli, coordinatore nazionale Marelli per la Fiom-Cgil

Ufficio stampa Fiom-Cgil

Roma, 22 settembre 2021

 

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search