Mercoledì, 22 Settembre 2021

ArcelorMittal. Re David-Venturi (Fiom): inaccettabili i licenziamenti

“La decisione di ArcelorMittal di licenziare tre lavoratori dello stabilimento di Genova- Cornigliano dimostra ancora una volta che i licenziamenti sono diventati il provvedimento disciplinare privilegiato dalla multinazionale.

Inoltre, nella situazione in cui si trova l’ex Ilva, questa modalità, sempre inaccettabile, rischia di assumere i caratteri di una vera e propria campagna intimidatoria verso i lavoratori e verso i sindacati. Verso tutti coloro, cioè, che hanno denunciato in questi mesi una condizione degli stabilimenti diventata insostenibile.

Si sono fermati gli investimenti; si è ridotta fino ad azzerarsi la manutenzione ordinaria e straordinaria; sono aumentati i rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori; per non dire della crescente insicurezza generale che circonda le prospettive industriali, occupazionali e del nuovo assetto societario del gruppo.

Oggi la risposta immediata dei lavoratori di Genova è una reazione necessaria, che chiama in causa, oltre alle responsabilità di ArcerlorMittal, anche i ritardi e i silenzi del Governo”.

Lo dichiarano Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil e Gianni Venturi, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile siderurgia

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 9 novembre 2020

 

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search