Domenica, 09 Agosto 2020

Electrolux Professional. Prorogate le linee guida Covid-19. Ora verso la ripresa

Si è tenuto oggi – in modalità mista telematica e in presenza – l'incontro tra il management del gruppo Electrolux Professional e Fim, Fiom e Uilm nazionali, territoriali e le rsu degli stabilimenti di Spilamberto e Vallenoncello, per discutere sia della situazione produttiva che dei programmi e protocolli sulla sicurezza già condivisi con gli accordi di aprile e giugno scorsi.

 

Il coordinamento sindacale, anche di fronte ad una evoluzione positiva della emergenza sanitaria, ha ritenuto necessario e importante per i lavoratori sottoscrivere una proroga fino al 31 ottobre 2020 dei protocolli sulle misure previste dalle “Linee guida di sicurezza Electrolux Professional per la gestione dell’emergenza Covid-19” con le integrazioni fatte in questi mesi.

 

L’incontro ha affrontato inoltre la situazione dei mercati di riferimento del Professional a seguito delle difficoltà che i settori del turismo alberghiero e della ristorazione hanno registrato con la pandemia, da cui deriva un forte rallentamento degli ordini. Nei mesi di marzo e aprile la produzione dei due stabilimenti è scesa e a maggio la ripresa è stata solo parziale. Di conseguenza continua il ricorso alla cassa integrazione – che registra ad oggi circa 127mila ore utilizzate – oltre che l’utilizzo delle ferie pregresse da parte di molti lavoratori.

 

Al 30 giugno lo stabilimento di Vallenoncello registra una perdita del 40% sui volumi di vendita del 2019, quello di Spilamberto circa il 20%. Perdita di volumi dovuta però non a una cancellazione degli ordini ma a un rinvio, solo a settembre si avrà una visibilità maggiore. In questo periodo, inoltre, continua la riduzione dei costi a partire dal contributo importante dovuto al ricorso allo smart-working – che l'azienda ha confermato per il personale impiegatizio – e alla riduzione dei viaggi.

 

L’azienda ha illustrato gli investimenti fatti, quelli già deliberati e le scelte relative alle nuove linee di prodotto e all’organizzazione delle produzioni nei due stabilimenti italiani del gruppo. Per

 

Vallenoncello è previsto il rientro di alcune attività per i nuovi prodotti nell’area meccanica e nell’area montaggio al fine di saturare gli impianti, oltre che per far fronte ad alcune difficoltà dei fornitori esterni. Si tratta di investimenti per 3,8 milioni di euro, che si aggiungono ai 17,8 milioni realizzati nel periodo 2017-2019. Per Spilamberto è previsto un investimento per 400mila euro necessari, tra l'altro, per liberare l’area per la nuova linea del gelato, che significherà ulteriore sviluppo e, in caso di successo del nuovo prodotto, anche crescita occupazionale.

Electrolux Professional, con 13 stabilimenti nel mondo e circa 3.800 addetti, ha l’insediamento produttivo e il magazzino di prodotti finiti più importante nel sito di Vallenoncello in Italia.

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 29 luglio 2020

 

Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search