Martedì, 07 Aprile 2020

Whirlpool. Re David (Fiom): vicenda inaccettabile, 8 ore di sciopero in tutto il gruppo

“La vicenda Whirlpool non è accettabile. Non è credibile che l'azienda abbia scoperto un anno dopo la firma del’accordo del 2018 che la produzione a Napoli non era sostenibile. 

Per la Fiom l’accordo siglato con il Governo è ancora valido e vincolante. La discussione non riguarda solo Napoli ma tutto il gruppo Whirlpool. 

L’azienda, come altre multinazionali, non può decidere di strappare gli accordi firmati con il Governo e le organizzazioni sindacali e di andare a produrre e fare profitti altrove. 

Il Governo si è dimostrato inadeguato, in quanto ha detto che non ha gli strumenti per impedire a Whirlpool di lasciare Napoli. 

L’azienda ha spostato la scadenza della fine della produzione di lavatrici a Napoli dal 31 marzo al 31 ottobre 2020, ma ha ribadito la volontà di andarsene nel 2021. 

In queste condizioni riteniamo non sia credibile neppure il rispetto dell’accordo negli altri stabilimenti del gruppo. 

Da domani partiranno le assemblee per lanciare lo sciopero di 8 ore in tutti i siti produttivi e per decidere le prossime iniziative di lotta”. 

Lo dichiara in una nota Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil.

Ufficio stampa Fiom nazionale

Roma, 29 gennaio 2020

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search