Domenica, 27 Settembre 2020

Wanbao. Fiom: domani incontro emblematico senza soluzioni siamo pronti a mobilitazione straordinaria

“Domani si svolgerà al Ministero dello Sviluppo Economico un incontro importante sulla vertenza Wanbao Acc di Mel in provincia di Belluno.

La multinazionale cinese Wanbao ha confermato la chiusura dello stabilimento di Mel, mettendo a rischio 270 posti di lavoro, e ha annunciato la progressiva diminuzione dei volumi produttivi fino all'esaurimento delle risorse finanziarie.

Si tratta di un caso emblematico in cui un'azienda viene predata da una multinazionale cinese, che decide di andare a produrre altrove le commesse ottenute in Italia.

La Wanbao Acc ha ancora lavoro per quest'anno e altre commesse arriveranno per tutto il 2020 da Electrolux e Bosch.

Ci aspettiamo dal Governo una soluzione per garantire la continuità produttiva in Italia e per impedire ancora una volta alle multinazionali di rubare marchi e andarsene portando via il lavoro quando c'è. La politica deve iniziare a fare il suo mestiere e prevedere leggi e norme che mantengano le produzioni e il lavoro in Italia.

Dopo la sfilata di parlamentari e ministri eletti sul territorio auspichiamo che si passi dalle parole ai fatti. Domani misureremo l'autorevolezza del Governo, senza soluzioni siamo pronti alla mobilitazione straordinaria e durissima”

Lo dichiarano in una nota congiunta Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom-Cgil e responsabile settore elettrodomestico e Claudia Ferri, coordinatrice nazionale gruppo Wanbao.

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 16 dicembre 2019

Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search