Venerdì, 06 Dicembre 2019

Whirlpool. Fiom: “basta con le finte riconversioni”

Si è tenuto oggi, al ministero dello Sviluppo economico, l’incontro per la vertenza dello stabilimento Whirlpool di Napoli, con la presenza del ministro Patuanelli, il vice capo di gabinetto Sorial, le Istituzioni locali, i rappresentanti del management aziendale, le organizzazioni sindacali nazionali e territoriali e il coordinamento delle rsu del gruppo.

L’azienda ha ribadito che l’unica soluzione per garantire l’occupazione nel sito di Napoli è la riconversione industriale ma, allo stesso modo, di non aver mai disdettato l’accordo del 25 ottobre scorso.

Come Fiom abbiamo affermato che per la nostra organizzazione non ci sono soluzioni fuori da quell’accordo - che va applicato per intero - e che siamo disponibili al confronto per trovare soluzioni ma solo all’interno degli impegni sottoscritti con azienda e governo. Per noi non è credibile la favola della riconversione, vertenze recenti dimostrano che spesso si scrive “riconversione” ma si legge “chiusura”.

Il ministro Patuanelli ha garantito la disponibilità del governo a fare qualsiasi cosa per individuare una soluzione all’interno dell’accordo di ottobre e per questo saranno tenuti dei tavoli tecnici, con azienda e Istituzioni locali prima - la Regione Campania ha messo oggi sul tavolo 20 milioni per la vertenza - e con sindacati poi, per arrivare a un report finale da discutere in un incontro in plenaria da tenere il prossimo 20 gennaio al ministero.

Dichiarazione di Barbara Tibaldi, segretaria nazionale Fiom

Ufficio stampa Fiom-Cgil

Roma, 27 novembre 2019

 

 

Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search