Martedì, 22 Settembre 2020

Blutec. Fiom: basta danni ai lavoratori

“Apprendiamo dagli organi di stampa che l'inchiesta della procura di Torino su Blutec ha portato ad un nuovo sequestro preventivo per altri 16 milioni di euro riguardante il 100% delle azioni della Metec Spa, capogruppo di proprietà dell'indagato Roberto Ginatta.
L'holding della famiglia Ginatta è proprietaria, oltre che della Blutec Spa (già sotto sequestro e attualmente in amministrazione giudiziaria) che ha rilevato stabilimenti in tutta Italia aggravando la situazione dei lavoratori, anche di altre società, tra cui la Alcar Industrie Srl, con sedi a Lecce e Vaie (Torino), acquisita per l'80% ad inizio agosto ed operante nella fornitura di carpenteria nel settore delle macchine movimento terra, dei macchinari agricoli, nelle costruzioni stradali ed in particolare per CNHi.

Pur confidando nella magistratura, riteniamo fondamentale il lavoro del commissario giudiziario che sta gestendo la difficile situazione di Blutec e chiediamo alle Istituzioni, a partire dalle Regioni interessate fino al Mise, di condividere un percorso per mettere in sicurezza i lavoratori. E' per questo urgente convocare, con la presenza di tutte le istituzioni coinvolte, un tavolo al Ministero dello Sviluppo economico”.

Lo dichiarano in una nota congiunta Michele De Palma, segretario nazionale Fiom-Cgil e responsabile automotive e Simone Marinelli, coordinatore nazionale Blutec per la Fiom-Cgil

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 26 settembre 2019

Attachments:
FileFile size
Download this file (BLUTEC basta danni ai lavoratori.pdf)Blutec. Fiom: basta danni ai lavoratori183 kB
Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search