Mercoledì, 20 Novembre 2019

Whirlpool Napoli. Fiom: dalla Svizzera un “pacco” per i lavoratori napoletani

Voglio ringraziare il presidente della Prs, Rudolphe Schmid, per l'illuminante intervista rilasciata oggi al “Corriere del Mezzogiorno”, dalla quale abbiamo appreso molti elementi utili che confermano quanto pensavamo e rendono inutile il confronto tra le parti previsto dalla procedura.

In primis siamo sollevati dal fatto che la società esiste davvero, e non si tratta solo di una buca delle lettere – ma ha un ufficio in un co-working – sebbene con un capitale abbondantemente al di sotto di quello del cral dei dipendenti dello stabilimento Whirlpool di Napoli.

Schmid ci ha poi confermato la totale doppiezza dell'amministratore delegato di Whirlpool Italia, La Morgia, che mentre trattava al tavolo del ministero, si accordava per la cessione dello stabilimento.

Riguardo l'incontro dell'ad di Prs, Alberto Ghiraldi, con il sindaco di Napoli sarebbe interessante sapere se, nell’esporgli il progetto, gli ha parlato anche di Nomos, la società con cui ha tentato di produrre container autorefrigeranti, usando anche soldi di una finanziaria della Regione Lombardia per un milione e mezzo di euro. Un’operazione fallita nel 2017 e che sembra voglia riproporre per il sito di Napoli. Vorremmo suggerire a Schmid, comunque, di evitare di cercare eventuali mediatori, i lavoratori e il sindacato non affidano la vertenza a nessuno.

Inoltre, invece di dare numeri a caso, suggerirei al presidente di studiare la legislazione italiana, che, nel caso di cessione del ramo di azienda, prevede il passaggio di tutti i lavoratori al “cessionario”, come anche di leggere le carte che firma, come l'avvio della procedura inviata 2 giorni fa, che recita “tutti i rapporti di lavoro relativi al ramo d'azienda proseguiranno senza soluzione di continuità”.

È anche utile aver appreso che “per almeno 24 mesi” nessuno lavorerà.

Infine, ci dispiace che il presidente sia contrariato dal fatto che le notizie siano uscite troppo presto, purtroppo in Italia si sa sempre tutto prima e di solito i sindacati sono sempre ben informati. Il colmo è aver pensato che dalla Svizzera si potesse fare il “pacco” ai lavoratori napoletani, che come è noto in tutto il mondo di pacchi se ne intendono.

Dichiarazione di Rosario Rappa, segretario generale Fiom Napoli

 

Fiom-Cgil Napoli

Roma, 20 settembre 2019

Tags:

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy