Lunedì, 17 Giugno 2019

Migranti. Re David (Fiom): salvare vite umane è un dovere

“La nave Mare Jonio è ferma davanti all'isola di Lampedusa con 49 migranti a bordo, a cui vanno garantiti diritti umani e accoglienza.

Salvare vite umane in caso di pericolo è un dovere imposto dalle leggi e dalle convenzioni internazionali. Ieri la nave Mare Ionio del progetto Mediterranea ha salvato 49 persone, tra cui 12 minori, dal naufragio davanti alle coste libiche.

Chiediamo che venga dato immediatamente un porto sicuro alla nave umanitaria italiana. Non ha senso questa cinica propaganda del Ministro Salvini sulla pelle dei migranti. La direttiva del Viminale diffusa ieri, oltre all'assurdo di indicare per la prima volta anche la Libia come porto sicuro, non ha alcun valore giuridico e viola il diritto internazionale.

Per la Fiom la priorità è garantire lo stato sociale universale, per l'accoglienza e per i diritti“.

Lo dichiara in una nota Francesca Re David, segretaria generale Fiom-Cgil

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 19 marzo 2019

 

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

I agree with the Privacy policy

Search