Martedì, 07 Aprile 2020

Ilva. Rappa (Fiom): «Dalle condanne di Taranto la conferma che ci sono dei responsabili per la morte di tantissimi lavoratori e cittadini»




Rosario Rappa, responsabile Fiom-Cgil per la siderurgia, ha rilasciato oggi la seguente dichiarazione.
 
«Abbiamo appreso in tarda mattinata della condanna inflitta dal Tribunale di Taranto a 27 ex dirigenti dell'Ilva.»
«Nelle pagine del dispositivo della sentenza leggiamo la conferma che ci sono dei responsabili per la morte di tantissimi lavoratori e cittadini.»
«La Fiom nel processo era parte civile, rappresentata da Massimiliano Del Vecchio, cui va il ringraziamento dell'organizzazione per l'impegno profuso in questi due anni di processo.»
«Le pene applicate agli imputati, che oscillano dai sei ai nove anni, più elevate di quelle richieste dal pubblico ministero, sono eque in rapporto ai reati ascritti, ossia omicidio plurimo, omissione dolosa di cautele e disastro ambientale.»
«È particolarmente significativa anche la disposta interdizione dall'esercizio dell'industria nei confronti dei massimi responsabili della siderurgia italiana. Questo naturalmente pone un problema anche di natura politica, cui il Governo deve dare una risposta.»
«Il caso Taranto non si è risolto con questa sentenza. Occorre ricostruire un'industria siderurgica che al contempo offra lavoro e tuteli la vita.»

 

Fiom-Cgil/Ufficio Stampa

Roma, 23 maggio 2014

Twitter Fiom nazionale

Fiom-Cgil nazionale

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search