Mercoledì, 10 Agosto 2022

Belgio: scontro su prepensionamenti e sulle politiche di governo

LOGOFIOM-180X120

In 10.000 in piazza a Bruxelles l'11 marzo dopo l'appello dei tre sindacati belgi.

Il governo infatti senza l'accordo delle parti sociali ha deciso che i futuri pre-pensionati dovranno dare prova di una flessibilità adattiva, ne passiva ne attiva, beneficerebbero cioè di un accompagnamento alla pensione con l'interdizione a lasciare il paese per un lungo periodo. Chi è andato in prepensionamento prima del 1 gennaio 2015 non avrà più l'obbligo di cercare un lavoro quanto a coloro che fossero usciti dopo il 1 gennaio invece saranno obbligati a cercarlo.

Ma le parole d'ordine della protesta sindacale sono plurime: salto dell'indicizzazione, sotto finanziamento dei servizi pubblici, riforma sui prepensionamenti e mancato rispetto della concertazione sociale.

Un'azione di un'ora si terrà a Bruxelles il 19 per protestare contro le misure economiche nel settore pubblico e sono convocate unitariamente manifestazioni di massa nelle province, la prima il 31 marzo a Bruxelles e la seconda il giorno successivo a Liegi anche se è possibile che a maggio si arrivi allo sciopero generale.

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search