Venerdì, 03 Febbraio 2023

Thales Alenia Space Italia-Altec. Meno propaganda e più concretezza

Assistiamo, in queste ultime settimane, ad un’uscita di comunicati sindacali, aventi ad oggetto l’impegno più o meno diretto, per la costruzione della prossima piattaforma per l’integrativo di Gruppo, che scadrà a fine anno.

Come Fiom-Cgil siamo anche noi molto attenti e impegnati nella preparazione di un appuntamento importante, e peraltro abbiamo già fatto più di un coordinamento specifico sul tema, e ci assumeremo la doverosa responsabilità, con la Fim e la Uilm, di formulare una proposta di piattaforma da presentare nelle assemblee alle lavoratrici e ai lavoratori, farla votare, avere il loro mandato, per poi ritornare dalle stesse lavoratrici e lavoratori per illustrare, l’eventuale ipotesi d’accordo e attraverso il voto finale, sottoscrivere l’integrativo del Gruppo Thales Alenia Space Italia.

Forse saremo un po’ del Novecento e legati alle tradizioni sindacali unitarie che proviamo a custodire e salvaguardare, non pensando, pur avendo una rappresentanza consistente all’interno del Gruppo, di fare da soli, ma al contrario di raccogliere le proposte e i bisogni che tutti esprimeranno all’interno del coordinamento Fim-Fiom-Uilm, per fare una piattaforma che rappresenti tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori.

Ed è per questo che, forse servirebbe meno propaganda e più concretezza, perché la forza della rappresentanza sindacale si basa sui numeri e sulla delega, questa sì partecipativa, che deriva dalla scelta delle proprie rappresentanze sindacali durante le elezioni delle Rsu, le quali si devono assumere l’onere e l’onore, insieme alle strutture sindacali di Fim-Fiom-Uilm, di portare avanti proposte e nei percorsi democratici prima evidenziati, negoziare, contrattare e firmare accordi, per migliorare le condizioni di chi con il loro voto, ci ha legittimato.

Pertanto, entro la fine dell’anno, proporremo a Fim e Uilm di convocare un coordinamento unitario per individuare in quella sede, cosa inserire nella piattaforma, senza imporre, ma neanche subendo scelte assunte da altri, fuori dall’unico organismo condiviso come soggetto negoziatore a livello sindacale nel Gruppo Thales Alenia Space Italia.

Rimandiamo ai mittenti poi, i giudizi a chi ritiene sempre insufficiente ciò che viene contrattato, un po’ perché per contrattare bisogna avere una rappresentanza qualificata, la quale si determina attraverso il numero delle RSU, e al contempo perché l’integrativo è stato votato positivamente da una ampia platea di lavoratori, ed infine perché la contrattazione collettiva deve rispondere ai bisogni di tutti i lavoratori del Gruppo essendo la Fiom-Cgil un sindacato generale e non per gli interessi di bottega.

Verremo nelle assemblee a parlare, discutere e chiedere ai lavoratori il mandato per iniziare a breve una nuova trattativa, perché questo è il modo di operare della Fiom, consolidato da oltre 120 anni di storia sindacale.

Fiom nazionale

Roma, 2 Dicembre 2022

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search