Martedì, 04 Agosto 2020

Techno Sky: la vertenza sulla parificazione contrattuale continua!

 

 

Lunedì 23 maggio 2016, si sono incontrate le Organizzazioni Sindacali nazionali Fim, Fiom, Uilm e Fismic unitamente al Coordinamento delle Rsu e la Direzione Aziendale.

In apertura dell’incontro la Direzione ha presentato i dati relativi ai parametri che costituiscono il premio di risultato e, a conferma della validità del lavoro svolto nella costruzione dell’integrativo, si riscontra un valore del premio raggiunto al 99,04% (praticamente tutti gli obiettivi sono stati pari o superiori al 100% con l’esclusione del dato della qualità dove ci si è attestati al 74%).

Inoltre si è discusso della nuova normativa sull'orario di lavoro e la flessibilità, con l'azienda che ha recepito molte delle modifiche richieste del Coordinamento. Per questo si è giunti anche alla ratifica dell’accordo sugli RLS (anche qui con ulteriori avanzamenti).

La Fiom nazionale esprime soddisfazione per il raggiungimento di questi importanti obiettivi che permettono di avere una maggiore agibilità per lo svolgimento delle attività relative ai Rappresentanti per la Sicurezza, sia attraverso un aumento del monte ore che con l’utilizzo dei mezzi aziendali.

Inoltre si risolve anche la questione relativa all’orario di lavoro deciso fino ad oggi in maniera unilaterale dall’azienda, elemento che aveva creato numerosi disagi presso i siti aeroportuali e nella sede centrale.

Rimane aperto invece il contenzioso relativo al riconoscimento delle professionalità dei lavoratori all’interno del CCNL del trasporto aereo sezione ATM, con la richiesta di parificazione con le figure professionali Enav, che vedrà già nei prossimi giorni azioni di lotta a sostegno della vertenza. Questo è l’obiettivo prioritario per quanto riguarda la Fiom-Cgil e per ottenerlo, oltre alle iniziative di lotta che continueranno in coerenza con quanto deciso nel Coordinamento Fiom, riteniamo utile cominciare a ragionare anche sul Contratto integrativo aziendale.

Quest'ultimo, infatti, può costituire un ulteriore elemento per ottenere quanto in questo momento l'ENAV non sembra disposto a riconoscere. La trattativa sull'integrativo e in contemporanea la scadenza del Contratto (tutti e due scadono a fine anno), possono determinare condizioni favorevoli per una soluzione.

 

FIOM-CGIL NAZIONALE

 

Roma, 25 maggio 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search