Domenica, 27 Settembre 2020

Techno Sky. Il confronto è appena all’inizio

LOGOFIOM-180X120

Oggi si è svolto l’esecutivo Fiom per fare il punto sul confronto con Assocontrol e Techno Sky per l’armonizzazione dei contratti di lavoro al fine di inserire i lavoratori Techno Sky nel contratto unico del trasporto aereo e analizzare lo stato della trattativa.

Il contratto unico del trasporto aereo per la parte servizi Atm è stato sottoscritto Da Assocontrol, in rappresentanza di Enav Techno Sky e Sicta e le seguenti organizzazioni sindacali: Filt-Fit-Uilt-Ugl e condiviso da alcuni delegati della Fim-Cisl e della Uilm-Uil.

La Fiom ha da subito contestato, arrivando ad aprire una vertenza formale sostenuta da diversi scioperi, il fatto che quell'accordo fosse stato costruito per escludere i lavoratori della Techno Sky mantenendo loro una normativa di serie B, cioè in sostanza quell'accordo manteneva l'ingiustizia nei trattamenti economici e normativi tra lavoratori Techno Sky ed Enav.

A seguito della firma del contratto unico trasporto aereo parte Atm l'associazione Assocontrol, nell'ipotesi di dover condividere con la rappresentanza sindacale di Techno Sky l'eventuale passaggio dal contratto metalmeccanici a quello del trasporto aereo, ha convocato le Oo.Ss. nazionali trasporti e metalmeccanici, lo scorso dicembre, per proporre loro un percorso di negoziazione finalizzato a definire le condizioni del passaggio previo accettazione finale dei lavoratori con voto referendario.

Grazie quindi anche all'iniziativa della Fiom si è riaperto il tavolo di confronto sul contratto nazionale del trasporto aereo, per la sezione che compete a Techno Sky.

La Fiom ha richiesto la presenza delle Rsu dei lavoratori Techno Sky, nel frattempo rielette a seguito delle procedure attivate sempre dalla Fiom, al tavolo negoziale. Si è arrivati quindi all’incontro Assocontrol – Techno Sky ed esecutivo delle Rsu con Oo.Ss. nazionali metalmeccanici e trasporti che ha formalmente avviato il percorso di contrattazione.

A questi incontri la Fiom ha affermato che la discussione sull’armonizzazione poteva essere fatta a patto che si realizzasse l’effettiva parificazione dei trattamenti per la parte tecnici, informatici e amministrativi previsti nella sezione impianti strategici del contratto trasporto aereo parte Atm, anche in questo caso si vedano i comunicati sul tema.

Si tratta quindi di modificare il contratto nazionale del trasporto aereo attuale.

Per parificare i trattamenti intendiamo prendere a riferimento tutta la parte normativa e retributiva contenuta nella sezione impianti strategici e applicabile alle figure professionali dei tecnici, degli informatici e degli amministrativi e armonizzare l’attuale assetto contrattuale applicato in Techno Sky.

In particolare noi riteniamo che  nel contratto unico dei trasporti parte specifica servizi Atm la normativa deve essere univoca a parità di profili professionali e quindi senza discriminazioni.

Il confronto con l’azienda è appena all’inizio, al momento si sono tenute due riunioni delle commissione tecniche costituite ad hoc per l'approfondimento delle differenze in essere. Tuttavia  ci spiace constatare il fatto che sia già partita una campagna di disinformazione con lo scopo preciso, da parte di alcuni che peraltro avevano firmato il precedente contratto a condizioni largamente peggiorative, di ricavarsi uno spazio che il voto dei lavoratori nel rinnovo delle Rsu non ha loro assegnato.

Non abbiamo alcuna intenzione di essere trascinati in polemiche sterili e pretestuose. Per la Fiom parla da sola l'enorme mole di lavoro dei suoi delegati e delle sue strutture in questi anni, come peraltro il voto dei lavoratori ha abbondantemente riconosciuto.

Al centro della nostra iniziativa c'è un obbiettivo storico da conquistare: sanare la clamorosa ingiustizia che da anni punisce i lavoratori Techno Sky rispetto a quelli Enav.

Su questo metteremo tutto il nostro impegno.

Per queste ragioni si è deciso di dare avvio ad una campagna di assemblee in tutti i luoghi di lavoro per tenere il referendum sull’approvazione di ipotesi di piattaforma entro il mese di maggio 2015. Occorre un mandato forte all’esecutivo del Coordinamento Techno Sky al fine di concludere il percorso che ci siamo dati con il miglior risultato possibile.

 

Delegati Rsu presenti che sottoscrivono Fiom nazionale

Fabio Bellin

Antonio Ciscutti

Salvatore Congiu

Valerio Lugliè

Giuliano Oneto

Renzo Rosso

Andrea Tranchina

Alessio Viscardi

 

Fiom nazionale

Roma, 23 aprile 2014

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search