Martedì, 16 Agosto 2022

Bombardier. Cessione di ramo d'azienda a Hitachi

Si è svolto nella giornata di venerdì 18 marzo, presso la sede di Hitachi Rail/Sts di Roma, l'incontro previsto dalla procedura di consultazione sindacale ex art 47, per la cessione di ramo d'azienda da Bombardier ad Hitachi.

L'operazione industriale è dettata, oltre che da esigenze legate alle sinergie industriali, anche da una imposizione dell' antitrust UE, come condizione della fusione Alstom Bombardier.

I lavoratori e lavoratrici interessati/e, legate al treno Etr 1000 "Zefiro", oggetto della procedura, sono in totale 73, dislocati su due siti, Milano e Napoli.

A questi lavoratori verranno garantiti i trattamenti previsti, in termini normativi ed economici collettivi di secondo livello della società incorporante, complessivamente di miglior favore.

Le voci retributive fisse, derivanti dalla contrattazione collettiva presente in Bombardier, come il premio feriale, verranno riconosciute ad personam e mensilizzate con voce non assorbibile.

Par, ferie e tfr dei lavoratori Bombardier ceduti per effetto della procedura, saranno trasferiti nella nuova società.

Il Pdr nella quota di 1.640 euro (max teorico), sarà liquidato come spettanza di fine rapporto.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 18 marzo 2022

Attachments:
FileFile size
Download this file (22_03_18-Bombardier-Hitachi.pdf)Bombardier. Cessione di ramo d\'azienda a Hitachi523 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search