Mercoledì, 01 Dicembre 2021

Avio Aero. Premio di risultato 2017 e assobibilità aumenti del Ccnl

LOGOFIOM 180X120

Nella giornata del 13 giugno 2017 si è svolto l’incontro tra le segreterie nazionali Fim-Fiom-Uilm, le strutture territoriali e il Comitato nazionale Avio Aero con la direzione aziendale per il consuntivo degli indicatori del PdR 2016.

Prima della comunicazione degli importi relativi al 2016, l’azienda ha fornito i dati del primo trimestre 2017 relativi agli indicatori del nuovo PdR per il 2017.

I dati forniti sull'indicatore economico che pesa per il 70% dell'intero importo massimo del PdR ed è uguale per tutti gli stabilimenti, ad oggi è pari a 2495€, mentre gli indicatori di efficienza di ogni stabilimento sono i seguenti: Stabilimento di Borgaretto 1073€, Stabilimento di Rivalta 812€, Stabilimento di Pomigliano 966€, Stabilimento di Brindisi 956€.

A fronte di un soddisfacente risultato dell'indicatore di stabilimento di Borgaretto e sostanzialmente in linea con le attese per gli stabilimenti di Pomigliano e Brindisi, continuano a perdurare le difficoltà per lo stabilimento di Rivalta Torinese.

Le OO.SS. hanno evidenziato come la complessa e ormai radicata situazione dello stabilimento di Rivalta dipenda da vari fattori (ciclo produttivo inefficiente, mancanza di adeguati mezzi di lavoro, scarsa autonomia dei responsabili e poca sinergia tra i vari reparti) e non può essere imputata alla poca disponibilità e capacità dei lavoratori che in questi mesi sono stati chiamati a ritmi di lavoro pesanti.

Si è chiesto e ottenuto che nei prossimi giorni vi sia un confronto con le Rsu di stabilimento, con la raccomandazione di tenere in considerazione i suggerimenti e le proposte delle stesse, le quali ricevono ogni giorno lamentele ma anche suggerimenti da parte dei Lavoratori che possono migliorare ed eliminare le attuali inefficienze.

Il miglioramento dell'efficienza di Rivalta deve essere una priorità, in quanto vista l'importanza delle ore prodotte e del conseguente fatturato, va ad incidere pesantemente sugli indicatori economici di tutto il Gruppo, con ricadute negative per tutti i Lavoratori di Avio Aero.

L'importo del Premio di Risultato per il 2016 è in lieve aumento rispetto al PdR 2015, con i dati riportati nella tabella sottostante:

17 06 15 pdr 2017

 

Nell'occasione l'azienda ha proposto alle OO.SS. un verbale d'accordo per la semplificazione di alcune voci retributive (paga di posto, indennità di mensa, area a caldo e voci relative ad ex accordo 1974) così come da impegni presi nell'ultimo integrativo di Gruppo del 28 dicembre 2016.

La discussione ha portato alla definizione di un testo che verrà ratificato successivamente tra le Parti, nel quale queste voci retributive saranno accorpate in una unica nuova voce denominata “Ad Personam non assorbibile" con effetto diretto e indiretto su tutti gli istituti retributivi, senza alcuna variazione economica per i lavoratori interessati.

L'azienda inoltre ha comunicato e illustrato la piattaforma, con un ampia scelta di opzioni, e le modalità per la fruizione del welfare derivante dal CCNL (100€ nel 2017, 150€ nel 2018, 200€ nel 2019) alla Commissione Welfare e al Comitato nazionale Avio Aero. 

Nelle prossime settimane verranno illustrate dall'azienda con la presenza delle Rsu i tempi di per la fruizione dell'importo per il 2017, presumibilmente a partire dalla metà di luglio, ricordando che tale somma sarà possibile utilizzarla entro il 31 maggio del 2018. 

Contemporaneamente l'azienda ha comunicato l'intenzione di assorbire il futuro aumento contrattuale del CCNL di giugno a tutti i lavoratori che hanno nella loro retribuzione istituti che prevedono l'assorbibilità.

Riteniamo che questa decisione sia sbagliata nel metodo e nel merito. Ci saremmo aspettati, visto il livello di relazioni sindacali presenti in azienda, che questa ipotesi venisse discussa preventivamente con le OO.SS., tuttavia riteniamo inopportuna e non comprensibile la decisione di assorbire gli aumenti derivanti dal CCNL come prassi mai avvenuto precedentemente, in un momento in cui si chiede ai lavoratori un impegno straordinario per far fronte alle salite produttive. 

Abbiamo chiesto unitariamente all'azienda di rivedere la posizione presa, alla luce delle considerazioni che le segreterie nazionali Fim-Fiom-Uilm e le Rsu hanno fatto al tavolo. 

Ci auguriamo che vengano accolte le richieste per evitare eventuali iniziative che potrebbero avvenire nel caso l'azienda unilateralmente proseguisse nella decisione presa.

 

Fiom Nazionale

Comitato Avio Aero

 

Roma, 15 giugno 2017

 

 

 

Attachments:
FileFile size
Download this file (Avio Aero - Comunicato sindacale Fiom - 15 giugno 2017.pdf)Avio Aero. Comunicato sindacale Fiom460 kB

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search