Sabato, 20 Luglio 2024

Leonardo Divisione Elicotteri. Una Divisione con ottimi risultati per il 2022 e altrettante prospettive positive per il 2023

Nella giornata del 11Settembre 2023 si è tenuto l’incontro della Divisione Elicotteri di Leonardo alla presenza della Direzione Corporate e di Divisione con il Coordinamento nazionale FIM-FIOM-UILM.

Nell'esposizione l'Azienda ha evidenziato come l'anno 2022 sia stato estremamente positivo in tutti gli indicatori economici della Divisione elicotteri, con una acquisizione di ordini che risulta essere di quasi 1/4 superiore ai ricavi dell’anno. In crescita anche l’EBITA e il ROS, con un incremento anche degli organici nella Divisione e in Italia.

Inoltre anche il 2023, con i dati a disposizione, avrà prospettive di crescita rispetto al 2022 importanti (+10%), certamente nel mercato militare e governativo, ma contestualmente anche in quello civile. Insomma una Divisione che sta sfruttando a pieno le opportunità che offre il mercato, ma che allo stesso tempo sta programmando un futuro per mantenere i livelli raggiunti e continuare a primeggiare nel segmento dell’ala rotante a livello mondiale.

Crediamo come FIOM-CGIL che l’attuale patrimonio industriale della Divisione debba avere una attenzione altrettanto importante da parte di tutti i soggetti che ne possono determinare un ulteriore crescita, dalle scelte sui prodotti che l’Azienda farà, ma soprattutto rispetto all’attenzione delle istituzioni a partire dal Governo, nella pianificazione di accordi nei consorzi e nella scelta di alleanze e sinergie che nell’ambito militare non possono essere lasciate solo in mano all’Azienda stessa. Serve a nostro giudizio un investimento a livello Paese che consolidi quanto c’è ma che guardi soprattutto al futuro.

Pertanto in prospettiva futura, i nuovi programmi legati ai nuovi modelli con pilotaggio da remoto (AW Hero), le prime macchine consegnate dell’AW609, il nuovo elicottero delle forze armate AW 249, e la messa in produzione dell’AW09 (segmento di prodotto assente fino ad oggi nella Divisione) rappresentano investimenti importanti con altrettanti ambiti di espansione nel mercato internazionale.

I dati degli organici sono in crescita (6118) rispetto all’anno precedente, con una sensibile crescita anche dei lavoratori in somministrazione (162) che produce un saldo positivo di quasi 400 lavoratori all’interno della Divisione, con un numero di uscite pari a 262 e un numero di assunzioni pari a 636.

Come FIOM-CGIL abbiamo evidenziato tuttavia come sia necessario, in un quadro positivo, procedere in maniera altrettanto celere ai lavori per migliorare le condizioni di lavoro in alcuni stabilimenti rispetto alle infrastrutture (Benevento e Brindisi), migliorare i processi e le criticità presenti nei restanti stabilimenti, e dare una risposta definitiva rispetto al futuro programma e quale prodotto verrà allocato nello stabilimento di Tessera, in sostituzione degli attuali a fine contratto.

L’azienda si è resa disponibile, attraverso gli incontri di sito, ad analizzare tutti i temi posti, ribadendo che nei prossimi mesi verrà dato conto su Tessera del nuovo programma, evidenziando comunque la certezza di programmi a medio e lungo termine.

Riteniamo come FIOM-CGIL positive le prospettive all’interno della Divisione, durante la trattativa dell’integrativo sarà necessario tuttavia migliorare e incrementare i trattamenti di trasferta che attualmente non risultano essere all’altezza di una Divisione con molti lavoratori che prestano attività in ogni parte del mondo, insieme ad un lavoro a livello locale e nazionale per diminuire la precarietà e migliorare la condizione di tutti i dipendenti di Leonardo.

Fiom-Cgil nazionale

Roma, 11 settembre 2023

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search