Sabato, 20 Luglio 2024

Il bonus non per tutti, fa risparmiare l'azienda [Volantino]

testata fiominfiat

 

Con la retribuzione del mese di febbraio i gruppi Fca e Cnhi erogheranno, secondo quanto previsto dal Contratto specifico, «l'elemento retributivo per efficienza». Questo premio, insieme «all'elemento retributivo per obiettivi Piano industriale 2015 – 2018» (già erogato in rate trimestrali nel corso del 2015), sostituisce di fatto nel «contratto Fiat»gli aumenti fissi in paga base. La richiesta della Fiom alla direzione aziendale è di un confronto unitario in cui discutere l'aumento dei minimi tabellari che garantirebbe ai lavoratori «exFiat» di avere una «paga base» uguale a tutti gli altri metalmeccanici a cui si applica il Contratto nazionale.
Il mancato aumento dei minimi tabellari ha determinato una perdita per i lavoratori di Fca e Cnhi di circa 75 euro lordi al mese (pari a 975 euro l'anno) rispetto a tutti gli altri metalmeccanici. In tutti i grandi gruppi privati la premialità si somma agli aumenti in «paga base», non li cancella. Inoltre, per i lavoratori del gruppo negli Usa il contratto siglato con l'Uaw prevede sia aumenti in paga base che elementi premiali. La scelta fatta dalla direzione aziendale e dai sindacati firmatari di sostituire con un premio gli aumenti in paga base penalizza i lavoratori perché il premio nonincide sugli istituti contrattuali o di legge (ferie, permessi, tredicesima, Tfr, ecc) e, quindi, vale meno dell’importo dichiarato.

Nel merito del premio «elemento retributivo per efficienza» è utile rispondere ad alcune domande: lo percepiranno tutti i lavoratori in tutti gli stabilimenti?

No, perché è calcolato stabilimento per stabilimento sulla base della valutazione fatta nell'ultimo audit del 2015 in riferimento ai parametri fissati dal Wcm nelle percentuali previste a seconda del raggiungimento delle medaglie bronzo, argento o oro e dal recupero di efficienza. Per tutti gli stabilimenti al di sotto del bronzo non ci sarà erogazione del premio.
Il premio «elemento retributivo per efficienza» sarà uguale per tutti i lavoratori?

No, perché oltre alla differenza tra il risultato raggiunto nel singolo stabilimento ci sarà una ulteriore differenza tra i lavoratori: il premio sarà erogato rispetto alle tre fasce di «area professionale» previste dal Contratto specifico e non in base all'inquadramento. Inoltre, peserà negativamente sulla retribuzione del «premio» il numero di ore, giorni o mesi di ammortizzatori sociali subiti dai lavoratori nell'arco dell'ultimo anno.

Per i lavoratori di Fca e Cnhi c'è bisogno di aprire un confronto tra l'azienda e tutte le organizzazioni sindacali sia a livello nazionale che di stabilimento. I premi, sono premi e i parametri vanno negoziati, ma il primo problema dei lavoratori di Fca e Cnhi è ricevere un salario più basso degli altri metalmeccanici grazie al Ccsl. Inoltre, il fatto che non ci sia stato il ritorno al lavoro in tutti gli stabilimenti e che anzi in alcuni si sia cominciato a fare «cassa» in conseguenza del rinvio del lancio di nuovi modelli o del calo di altri ha inciso e inciderà negativamente sul premio.

Per esempio dai primi calcoli si comprende come i lavoratori di Cnhi riceveranno un premio mediamente inferiore ai colleghi di Fca e di importo insufficiente a compensare la differenza tra la loro retribuzione e la attuale retribuzione contrattuale dei metalmeccanici.

Dire che il premio è mediamente pari al 6% della retribuzione è frutto di un calcolo classico: la media del pollo ... ci saranno infatti lavoratori che riceveranno solo parte del premio, altri che non riceveranno nulla e altri ancora che riceveranno più del 6% medio secondo lo stabilimento, il gruppo professionale e la cassa integrazione.

Il taglio delle pause, l'aumento dei carichi e dei ritmi, l'aumento delle saturazioni garantisce un aumento della produttività alla direzione aziendale che così risparmia sul costo del lavoro. C'è bisogno di un tavolo negoziale unitario che parta dal riconoscimento degli aumenti salariali in paga base.

 

Fiom-Cgil nazionale

 

Roma, 3 febbraio 2016

La Fiom è il sindacato delle lavoratrici e lavoratori metalmeccanici della Cgil

Iscrizione Newsletter

Ho letto e accetto Termini e condizioni d'uso e Informativa sulla privacy

Search